Cerca
Home . Lavoro . Dati .

Da industria 4.0 a Internet of things fabbrica digitale è già realtà

Ricerca promossa da Ial nazionale

DATI
Da industria 4.0 a Internet of things fabbrica digitale è già realtà

Industria 4.0, industrial Internet, Internet of things sono solo alcune delle nuove metodologie industriali adottate negli ultimi anni. E' quanto emerge dalla ricerca 'Factory of the future- Tecnologia, competenze e fattore umano nella fabbrica digitale, promossa da Ial nazionale, in collaborazione con Fim Piemonte, Istituto Boella e realizzata da Torino Nord Ovest srl impresa sociale e presentata oggi a Roma.


"La chiave di volta -spiega la ricerca- dei nuovi processi produttivi è l’Ict, al centro della modificazione dei processi di lavoro fin dagli anni ’80 e ’90 in tutti i settori economici. Diversa però è la finalità: se nell’industria di oggi l’impiego delle Ict è incardinato sull’innovazione tecnologica per integrare verticalmente i processi, nella fabbrica (e nella società) intelligente si assiste piuttosto a un’integrazione orizzontale fra unità flessibili, interconnesse, comunicanti".

"L’Ict -sottolinea- ottimizza, trasforma i processi, elimina gli sprechi. Alla radice del cambiamento digitale sono alcune tecnologie abilitanti che hanno pervaso il mondo della produzione e il mondo sociale con esiti tuttora inimmaginabili".

"La rottura e la possibile affermazione di un nuovo paradigma di produzione sarebbe trainata, dunque, dall’emergere di una generazione di tecnologie dirompenti in grado di abilitare l’affermarsi di nuovi business model e forme del produrre", osserva.

La ricerca Ial pone l'accento anche sull'Internet of things (Iot). "Gli effetti previsti e in parte già osservabili -sottolinea- sono sulla carta dirompenti: livelli di flessibilità prima inimmaginabili, elevata personalizzazione dei prodotti, dialogo in tempo reale (o comunque ridotto) tra mercato, progettazione, fornitori e produzione, con ricadute importanti sulle caratteristiche degli impianti, dei volumi produttivi e della gamma dei prodotti".

"Altrettanto interessante -fa notare- per gli effetti sui modelli di business delle imprese è la diffusione di prodotti e oggetti smart sui mercati: le applicazioni sono potenzialmente sconfinate, poiché ogni oggetto o prodotto fisico, in teoria, potrebbe essere dotato di terminali in grado di trasferire informazioni e ricevere istruzioni, anche a distanza. La diffusione della Iot, dunque, potrebbe favorire modifiche profonde nei business e nelle strategie di estrazione del valore".



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.
TAG: Ict, Ial, web, imprese