Cerca
Home . Lavoro . Dati .

Coca Cola Hbc Italia, adesione a Parks per lotta a discriminazioni

DATI
Coca Cola Hbc Italia, adesione a Parks per lotta a discriminazioni

Coca-Cola Hbc Italia, il principale produttore e distributore delle bevande recanti il marchio The Coca-Cola Company in Italia, aderisce a Parks-Liberi e Uguali, l’associazione senza fini di lucro che ha come obiettivo aiutare le aziende a sviluppare strategie e buone pratiche rispettose della diversità, con focus specifico sull’orientamento sessuale e all’identità di genere (lgbt).


Le policy sui diritti sul luogo di lavoro di Coca-Cola Hbc Italia vietano le discriminazioni e stabiliscono che i presupposti per l'assunzione, l'impiego, il collocamento, la formazione, il trattamento retributivo e l'avanzamento di carriera siano solo le competenze, i risultati, le capacità e l'esperienza. L’adesione a Parks consentirà all’azienda di rafforzare un percorso iniziato prima della legge Cirinnà con il riconoscimento nell’uso del congedo matrimoniale e dell’assicurazione sanitaria anche alle coppie composte da persone dello stesso sesso.

"Tra i valori che guidano la nostra azienda -afferma Vitaliy Novikov, general manager di Coca-Cola Hbc Italia- c’è il favorire lo stare insieme, siamo dunque particolarmente orgogliosi di aderire a Parks perché ci aiuterà a rendere il nostro luogo di lavoro ancora più accogliente e culturalmente rispettoso ed inclusivo, favorendo momenti di incontro e riflessione che allarghino gli orizzonti di tutti. Nella mia vita ho avuto la fortuna di nascere in un Paese, studiare in un altro e lavorare in realtà geografiche molto diverse: questo mi ha aiutato a comprendere l’importanza del confronto con chi è diverso da me per etnia, razza, sesso, orientamento sessuale, identità di genere e credo religioso o politico consentendomi di crescere come uomo, prima ancora che come professionista”.

"Parks e le sue aziende e istituzioni socie -sostiene Igor Suran, direttore esecutivo di Parks- sono felici di avere la propria compagine arricchita con la presenza di Coca-Cola Hbc Italia per la quale le politiche di inclusione delle diversità, compresa quella legata all'orientamento sessuale e all'identità di genere, rappresentano un obiettivo strategico e parte integrante della cultura aziendale. Con il proprio esempio e con la visibilità potenza del marchio a cui è fortemente legata potrà contribuire in modo straordinario alla creazione di una società più equa e inclusiva per tutti."

Coca-Cola Hbc Italia, che recentemente ha ottenuto il titolo di Top Employers Italia, lavora costantemente per rendere il luogo di lavoro inclusivo e accogliente, attraverso diverse iniziative che permettano alle oltre 2.000 persone della sede centrale, dei 4 stabilimenti produttivi e della forza vendita di coniugare al meglio l’equilibrio tra vita privata e professionale.

Tra queste iniziative ricordiamo la monotimbratura, introdotta nel 2013, che consentendo di timbrare il cartellino solo all’ingresso, permette una migliore organizzazione della propria giornata lavorativa; nel 2014 è stato introdotto anche il Remote Working, ovvero la possibilità di lavorare da casa per 3 giorni al mese, per un totale di 36 giorni l’anno, in modo da conciliare meglio gli impegni della vita familiare e lavorativa.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.