Da una falegnameria altoatesina 'rivoluzionario' letto per bambini

MADE-IN-ITALY
Da una falegnameria altoatesina 'rivoluzionario' letto per bambini

Un letto capace di cambiare nel corso degli anni e di adeguarsi allo sviluppo dei bambini che lo utilizzano, offrendo al contempo interessanti soluzioni alternative per gemelli e per eventuali nuovi nati. Si chiama 'Ticia', il letto per bambini creato dalla falegnameria altoatesina Complojer di La Val (Bolzano).


Un’invenzione nata attraverso uno dei concorsi di idee promossi dalla piattaforma Open Innovation Alto Adige di lvh.apa Confartigianato e capace di ottenere grande successo non solo in provincia, ma anche all’estero.

A testimoniarlo anche il recente riconoscimento ottenuto a Colonia, in Germania, nell’ambito dell’importante fiera internazionale 'Kind+jugend'. In terra tedesca, infatti, 'Ticia' ha saputo meritare il primo premio nella categoria 'Design nella camera per bambini', conquistando in tal modo l’ambito riconoscimento 'G+J – Family Consumer Award', promosso dalla rivista tedesca 'Eltern' e dal portale per famiglie 'urbia.de'.

"Un successo davvero di grande prestigio - sottolinea lvh.apa Confartigianato - per il giovane arredatore d’interni Davide Complojer, il quale ha in tal modo vista ancora una volta premiata la propria scelta di affidarsi alla piattaforma Open Innovation Alto Adige di lvh.apa per creare una proposta di settore innovativa".

"Un obiettivo per il cui raggiungimento - spiega - è arrivato il decisivo aiuto dei designer piemontesi Sabrina Doro e Cristian Gho, vincitori del relativo concorso grazie al proprio progetto 'Mutato'. Un’idea di letto modulare successivamente sviluppata anche grazie al supporto del Tis e resa conforme a tutti gli standard tecnici e normativi di settore".

"Il tutto fino al prodotto finale 'Ticia', proposta capace di caratterizzarsi per l’elevata qualità e l’enorme funzionalità, al punto di convincere numerosi addetti ai lavori tanto in Italia quanto nel resto d’Europa", conclude.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.