Cerca

A Spoleto60 la Fondazione Carla Fendi presenta 'Genesi-Apocalisse'

MADE-IN-ITALY
A Spoleto60 la Fondazione Carla Fendi presenta 'Genesi-Apocalisse'

Il senso dell’esistenza umana come dialettica quotidiana della nostra vita. L’origine delle cose, la loro fine, ma anche e insieme un nuovo inizio. Da questo duplice sentire la Fondazione Carla Fendi, per Spoleto60 Festival dei 2Mondi, ha voluto realizzare un progetto artistico dedicato a 'Genesi' e 'Apocalisse': massimi concetti che, trascendendo da qualsiasi fede, accompagnano la storia del mondo. Il progetto, intitolato 'Genesi - Apocalisse. L’inizio e il compimento', opera di Sandro Chia, Saskia Boddeke e Peter Greenaway, per la regia di Quirino Conti, è stato inaugurato ieri, al Teatro Caio Melisso Spazio Carla Fendi, a Spoleto, con una speciale performance introduttiva.


In apertura della performance il direttore del Festival di Spoleto, Giorgio Ferrara, e il nuovo presidente della Fondazione Carla Fendi, Maria Teresa Venturini Fendi, hanno ricordato Carla Fendi e il suo lavoro di mecenate. Le parole di Maria Teresa Venturini Fendi hanno raccontato "il progetto come lo raccontava Carla Fendi, che, con gli occhi da discola, lo annunciava come lo spettacolo più bello realizzato dalla Fondazione, un progetto a sorpresa".

La storica dell’arte Lea Mattarella ha condotto la presentazione, illustrando il lavoro degli artisti Sandro Chia, Saskia Boddeke e Peter Greenaway. Sono poi intervenuti i poeti e filosofi Erri De Luca, che ha riflettuto sulla parola 'Genesi' e sul suo significato nell’ambito del linguaggio, e Massimo Cacciari, che ha posto in relazione il concetto di 'Apocalisse' con la storia e il tempo, intendendolo come un momento non di fine, ma di rivelazione.

Gli interventi sono stati intervallati da momenti musicali di forte spiritualità con il solista Raiz, cantante e autore italiano, sui testi della Genesi, Giovanni Sollima accompagnato dal violoncello di Francesco Pedicelli e Gianluca Pirisi e i divini canti del soprano Divna, artista di origine serba, con il Melodi Ensemble.

Dopo la presentazione gli spettatori si sono diretti all’Ex Museo Civico per vedere l’Apocalisse di Saskia Boddeke e Peter Greenaway e alla Chiesa della Manna D’Oro, dove è allestita la Genesi di Sandro Chia. La Genesi è raccontata dalle suggestioni materiche del maestro Sandro Chia: vivide immagini che ricreano una suggestiva Cappella Sistina. L’Apocalisse è affidata alla creativa di Saskia Boddeke e Peter Greenaway con un’installazione che in modo poetico e metaforico vuole sottolineare l’universalità dei diritti umani.

L’impegno della Fondazione Carla Fendi si concluderà domenica 16 luglio, con la sesta edizione del Premio Fondazione Carla Fendi, un evento a sorpresa così come a sorpresa sarà il premiato. Un racconto immaginifico che verrà interpretato e presentato da grandi personalità del mondo della cultura.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.