Cerca

Venturini Fendi: "Altaroma vuole andare avanti fiduciosa nel sostegno dei soci"

MADE-IN-ITALY
Venturini Fendi: Altaroma vuole andare avanti fiduciosa nel sostegno dei soci

“Nonostante i ridotti mezzi a disposizione e le difficoltà e incertezze che hanno impattato pesantemente sulla gestione della società nell’anno in corso, siamo riusciti a realizzare entrambe le manifestazioni, di gennaio e di luglio, garantendo continuità alla missione di Altaroma a favore dei nuovi talenti della moda”. Lo dichiara la presidente di Altaroma, Silvia Venturini Fendi, a chiusura della manifestazione.


Nei circa 40 eventi in programma, sono oltre 50 i designer e brand che hanno partecipato alla manifestazione con presentazioni e sfilate di capi couture e di pre-collezioni ready-to-wear, apprezzate da buyer internazionali che sempre più numerosi, grazie al supporto dell’Ice, scoprono a Roma nuove energie creative. Circa 150 studenti hanno potuto mostrare le proprie creazioni nei final work in calendario e altrettanti ragazzi provenienti da università e scuole di moda hanno avuto la possibilità di collaborare alla realizzazione dei progetti e degli eventi della manifestazione.

“Sono certa - prosegue la presidente Fendi - che riusciremo a consolidare e irrobustire questo percorso evolutivo di Altaroma, verso il ruolo e gli obiettivi assegnati poco più di un anno fa dal ministero dello Sviluppo Economico alla Città di Roma e ribaditi dal ministro Calenda. Obiettivi che per essere raggiunti necessitano di solide certezze, che ad Altaroma sono venute a mancare, su impegni strategici ed economici da parte dei soci che abbiano prospettive di durata e di consistenza sufficienti a supportare progetti di ancor più ampio respiro per una città con potenzialità enormi. La presenza di diversi rappresentanti delle istituzioni agli eventi di questi giorni e il confronto sereno e fattivo avviato con i soci mi rendono fiduciosa sul futuro di Altaroma".

"Roma è un melting pot originario e originale, la metropoli contemporanea - sottolinea la nota di Altaroma - prima del concetto stesso di metropoli. È la megalopoli con tremila anni di storia, tutti ancora in vista. In questo senso, è il monumento vivo e pulsante alla più ancestrale contemporaneità. Roma è dunque la sede perfetta per cullare la generazione di nuovi creativi in embrione e proporsi di raccontare la bruciante contemporaneità del fare moda inteso come produzione di immagini e pensiero attraverso i vestiti. Ma anche di raccontare la storia di quanti questa generazione la hanno preceduta".

"In questo scenario Altaroma, fedele al proprio spirito di innovazione, mira a creare a Roma una nuova piattaforma dedicata alla creatività, unica nel suo genere, che racconti l’incredibile capacità della moda di reinventare e modificare la realtà. Ogni designer attraverso le sue creazioni ci racconta la sua storia, ed è questo che Altaroma vuole esaltare, puntando sulla componente narrativa e fiabesca".

"Questo scenario è reso possibile dal nostro impegno e dal sostegno delle istituzioni nazionali, come il Mise, e territoriali, come i nostri soci, Camera di commercio, Regione, Comune e Città Metropolitana. Se la strategia è condivisa e la collaborazione tra tutte le istituzioni sarà consapevole, decisa e continuativa la sfida si può vincere", conclude.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.