Cerca

Sabrina Toscani: "Smart working? Relazioni sono la base di tutto"

Intervista al ceo di Organizzare Italia

PROFESSIONISTI
Sabrina Toscani: Smart working? Relazioni sono la base di tutto

In questo periodo di emergenza sanitaria, in cui molte aziende sperimentano una nuova modalità di lavoro, lo smart working, Adnkronos/Labitalia ha intervistato Sabrina Toscani, ceo di Organizzare Italia, azienda che da sempre lavora da remoto in maniera agile, avendo individuato nell'organizzazione la chiave di volta per raggiungere l'obiettivo di una buona e fruttuosa collaborazione.


“La nostra azienda - dice - è nata basandosi su collaborazioni in remoto, abbiamo scelto di definirla ‘azienda diffusa’ per sottolineare, oltre alla nostra presenza fisica sul territorio, soprattutto la capacità di lavorare insieme anche se grandi distanze ci dividono. Ci incontriamo dal vivo solo una o due volte all’anno, tutto il flusso di attività è perciò organizzato online basandoci su tre strumenti fondamentali: un software per le riunioni che permette di incontrarsi con viso e voce a seconda delle necessità, una app per le conversazioni aziendali dove ciascun gruppo di lavoro si scambia idee e aggiornamenti, una piattaforma per lavorare su file e documenti in maniera condivisa senza perdere o duplicare inutilmente informazioni”.

“Le relazioni però - avverte - rimangono alla base di tutto, la lontananza rende più difficile lo scambio spontaneo e quindi la conoscenza tra le persone, perciò è ancor più necessario trovare il modo di condividere obiettivi e conoscere le motivazioni, bisogna dedicare gran parte del tempo all’ascolto. Se le persone si sentono ascoltate veramente sono più propense a dare fiducia e sono più motivate a condividere”. “E’ un lavoro lungo e continuo - sottolinea Sabrina Toscani - prende tempo e energie, ma le soddisfazioni arrivano sia dal punto di vista aziendale e economico, ma anche dal lato umano. Insieme si cresce più velocemente, si impara di più e si può impattare in misura maggiore con il proprio lavoro, però lavorare insieme non sempre è facile, le relazioni vanno coltivate giorno per giorno”.

“Quando si lavora a distanza - sostiene - l'autonomia, l'indipendenza, il senso di responsabilità, il senso di appartenenza, il controllo, sono difficili da gestire. La nostra filosofia aziendale parte dal mettere la persona al centro, cosa che facciamo anche con i collaboratori”. Autonomia, indipendenza e senso di responsabilità “vanno testati giorno dopo giorno e ognuno è chiamato a dichiarare in trasparenza su cosa vuole impegnarsi, cosa si sente in grado di affrontare, in termini sia di contenuti che di tempistiche”.

“Una volta preso l’impegno - afferma - gode della fiducia di tutti che contano sul fatto che il lavoro venga svolto come promesso, a questo punto è veramente difficile che ciò non avvenga. Il controllo è sostituito quindi dal confronto, e l’obbligo è sostituito dalla scelta”. “Il percorso non è facile - ammette Sabrina Toscani - ma è certamente fruttuoso. Il senso di appartenenza è ancor più difficile da perseguire e cerchiamo di farlo crescere condividendo i valori, muovendoci in maniera coerente ad essi e puntando insieme a qualcosa di grande, una visione a cui tutti sentono di appartenere”.

Ma quale è il segreto di Organizzare Italia l'azienda che da nord a sud lavora in modalità smart working? “Nessun vero segreto - ribadisce - lo sforzo continuo è stato quello di partire dal singolo collaboratore, dai suoi obiettivi e dai suoi talenti, per metterli a frutto nei gruppi di lavoro. La condivisione e il confronto continuo sono alla base di ciascun progetto, infine vedere le proprie idee realizzate con successo restituisce motivazione e alimenta la forza di proseguire nel cammino”.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.