Cerca

Callipo (Confsal Salfi): "Nel contratto salvaguardare la specificità del lavoro nelle Agenzie fiscali"

SINDACATO
Callipo (Confsal Salfi): Nel contratto salvaguardare la specificità del lavoro nelle Agenzie fiscali

"Nella nuova tornata contrattuale, novellata dalle 'nuove aggregazioni associative', giusta la nuova disciplina della rappresentatività, siano salvaguardate, di intesa con l’Unsa e la Confsal, la specificità, la peculiarità, l’unicità dell’attuale contratto nazionale di lavoro Agenzie fiscali". E' l'appello lanciato da Sebastiano Callipo, segretario generale del Confsal Salfi (video).


A conclusione del Consiglio nazionale che si è svolto a Roma, il sindacato autonomo dei lavoratori finanziari indica alcuni punti cardine in vista del nuovo contratto del comparto 'Funzioni centrali': "Stanziamento di adeguate risorse finanziarie che consentano da subito un congruo aumento contrattuale in ragione dell’ormai insostenibile ritardo accumulato; superamento sostanziale della legge Brunetta con conseguente rivisitazione 'in melius' delle relazioni sindacali; eliminazione del blocco del turn-over, in considerazione delle considerevoli uscite previste per effetto dell’età media elevata nel pubblico impiego".

E ancora: "Salvaguardia della specificità dei contenuti del vigente contratto delle Agenzie fiscali, con particolare riferimento alle posizioni organizzative, ai passaggi di fascia economica, all’indennità di agenzia, al salario accessorio e all’individuazione di un trasparente percorso di carriera per tutto il personale".

Per il segretario generale del Confsal Salfi, "in definitiva, è il modello stesso delle Agenzie fiscali che andrà ridifeso, ancorché depurato da aberranti deviazioni di autorefenzialità, intervenute nel tempo, che ne hanno causato l’attuale declino, nonché la delegittimazione politica e sociale".

"Ritengo infatti che, laddove sia stato un errore storico eliminare lo specifico comparto di contrattazione, ovverosia quello delle Agenzie fiscali, oggi, più di ieri, è mia opinione che occorra reingegnerizzare il sistema agenziale, uscendo dall’attuale 'solitudine', non solo sindacale, riportando e imponendo, nelle opportune sedi istituzionali, politiche e parlamentari, l’eliminazione di tutte quelle criticità, tuttora esistenti, evidenziate dal Salfi", avverte Callipo.

"Nuove stagioni di successi ci attendono, nelle quali occorrerà, implementando i risultati già ottenuti dal Salfi negli anni, attribuire, ad esempio, nuovi passaggi di fascia economica, delineare nuovi e più celeri percorsi di crescita professionale ed economica, attuando salti di qualità nelle assunzioni di responsabilità reciproche dei vari attori, ai tanti tavoli negoziali che attendono, anche in sede Aran, le nuove aggregazioni associative", conclude.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.