Cerca

Confsal Salfi: "A 3 mesi da accordo su contratto Pa si ode grande silenzio"

SINDACATO
Confsal Salfi: A 3 mesi da accordo su contratto Pa si ode grande silenzio

Sebastiano Callipo, segretario generale del Confsal Salfi

"A tre mesi dalla sottoscrizione dell’accordo sul contratto, si ode un grande silenzio: infatti, non vi è all’orizzonte alcun atto di indirizzo all’Aran, affinché si parli dei contenuti normativi del contratto e, infine, non vi sono segnali in tema di reperimento di risorse, per garantire gli aumenti promessi. Abbondano, invece, gli schizzi riformisti in ambito nuovo Testo unico sul pubblico impiego, dal sapore penalizzante e denigratorio per i lavoratori pubblici atteso che abbondano gli interventi normativi in tema di licenziamenti, visite mediche et similia". Ad affermarlo è Sebastiano Callipo, segretario generale del Confsal Salfi, sindacato autonomo dei lavoratori finanziari.


"Da ultimo, il governo, e per esso la Funzione pubblica, invocano riunioni informali con le confederazioni sindacali per discutere bozze di decreti legislativi attuativi della riforma della P.a., con l’intento di declinare sempre provvedimenti dal sapore della 'reformatio in peius'. Il governo, lungi dall’abrogare la legge Brunetta e la cosiddetta 'Buona Scuola', e lungi dal semplificare i fondi di contrattazione, i sistemi di valutazione della produttività e in linea generale la precarizzazione del lavoro pubblico, mortifica, ancora una volta, il lavoro pubblico, con l’alibi e all’interno di una necessitata manovra correttiva dei conti pubblici", avverte.

"Ci sono tutti i presupposti perché i lavoratori del pubblico impiego boccino anche questo governo, che brilla per continuità negativa rispetto al precedente, negli stilemi antisindacali. In parole povere, nessun investimento sul pubblico impiego, anzi, una totale destrutturazione con chiari segnali di totale disistima", conclude.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.