Cerca

Federpol, accordo per nuovo ccnl agenzie investigazione e sicurezza

SINDACATO
Federpol, accordo per nuovo ccnl agenzie investigazione e sicurezza

Presso Villa Lubin, sede del Cnel, a Roma, è stato raggiunto l’accordo per il nuovo contratto collettivo nazionale di lavoro per i dipendenti degli istituti investigativi privati. Grande soddisfazione è stata manifestata dalle organizzazioni datoriali e sindacali dei lavoratori presenti al tavolo di negoziazione tra cui Federpol (Federazione italiana degli istituti privati per le investigazioni, per le informazioni e per la sicurezza), rappresentata dal presidente Luciano Tommaso Ponzi, da Sistema Impresa con il presidente Berlino Tazza, dalla Fesica Confsal (Federazione italiana sindacati industria commercio artigianato), presente con il segretario generale Bruno Mariani, e dalla Confsal rappresentata dal segretario generale, Angelo Raffaele Margiotta.


"Abbiamo realizzato - spiega il presidente di Federpol Ponzi - un documento attuale dai contenuti innovativi disciplinando i rapporti di lavoro all’interno di un settore in forte crescita e che è stato sottoposto a grandi mutamenti sul fronte normativo e tecnologico. Abbiamo raggiunto l’obiettivo di tutelare la produttività delle aziende incentivando l’occupazione e ribadendo l’utilità sociale dell’investigatore privato".

"Insieme a Fesica Confsal - sottolinea - non ci siamo scoraggiati davanti alle difficoltà e abbiamo portato a termine un negoziato sindacale che affronta con successo temi strutturali come la tecnologia 4.0, la formazione e il welfare aziendale. Il contratto valorizza la professionalità dei detective italiani che sono chiamati quotidianamente ad operare perché i diritti dei cittadini, delle famiglie e delle imprese siano garantiti al meglio nella vita economica e sociale".

Federpol, nata nel 1957, è l’associazione di categoria più rappresentativa nel settore delle agenzie investigative che conta oltre 1.000 imprese per 12mila addetti con un fatturato complessivo di 500 milioni di euro. Dal settembre scorso, Federpol ha aderito alla confederazione nazionale Sistema Impresa che riunisce 167mila imprese per oltre un milione di addetti.

"Federpol - dichiara il presidente di Sistema Impresa- Berlino Tazza - rappresenta una organizzazione che vogliamo sostenere attraverso gli strumenti bilaterali che condividiamo con Confsal e che possono fornire servizi migliori per le agenzie investigative come l’ente bilaterale del terziario Ebiten, il Fondo interprofessionale Formazienda e il Fondo di assistenza sanitaria Fass".

"La logica che continuiamo a perseguire - ricorda - è agire con senso pratico e concretezza lasciando da parte le obsolete contrapposizioni ideologiche ma lavorando perché le aziende italiane possano conoscere una fase di rilancio e di sviluppo incrementando i livelli occupazionali. Federpol, Fesica, Confsal e Sistema Impresa hanno oggi trovato un accordo per introdurre le virtuose politiche del lavoro e principi di qualità elaborate al fine di mettere a disposizione di aziende e lavoratori le migliori prospettive di crescita e tutela impegnate in un complesso e dinamico settore dell’economia del Paese".

Il segretario generale della Confsal, Angelo Raffaele Margiotta, commenta: "Abbiamo compiuto un ulteriore passo verso la contrattazione di qualità che ha posto le basi per il nuovo contratto Federpol. Il ccnl delle agenzie investigative ambisce a porsi come un unicum moderno e innovativo strumento a tutela dei lavoratori e fungerà da modello per la contrattazione nel settore".

Per Bruno Mariani, segretario generale di Fesica, "grazie a un grande lavoro sinergico si è riusciti con Federpol a predisporre un ccnl di qualità che sarà parametro di riferimento per il settore".



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.