Cerca

Ferrara (Unindustria Calabria): "Santelli amava la sua Regione"

Il presidente degli industriali calabresi, è morta la presidente di tutti

SINDACATO
Ferrara (Unindustria Calabria): Santelli amava la sua Regione

Jole Santelli

"Oggi è morta la presidente di tutti i calabresi, una donna forte, tenace, che, pur sapendo da tempo di essere malata, ha buttato il cuore oltre l'ostacolo per amore della Calabria. Le ci credeva davvero di poter cambiare questa regione e lo dimostrano gli atti che ha compiuto. Si era messa in tesa di farlo, di utilizzare un modello di governo diverso". Così, con Adnkronos/Labitalia, Aldo Ferrara, presidente di Unindustria Calabria, commenta la morte della presidente della Regione, Jole Santelli.


"In questo momento, va il cordoglio -spiega Ferrara- alla famiglia di una donna giovane, che se ne va a 51 anni e dopo aver dato tutto quello che poteva per amore della sua terra, e questo credo che oggi va riconosciuto al di là dell'appartenenza politica", continua.

E la sua determinazione gli industriali calabresi avevano avuto modo di toccarla da vicino. "Neanche un mese fa abbiamo firmato come Confindustria un protocollo con la Regione, primi in Italia, con tutta una serie di misure, concrete e studiate per tutta l'estate, per rilanciare e sostenere l'economia della Regione, con uno sguardo non solo alle difficoltà di questo autunno che immaginavamo legato all''emergenza Covid-19, ma anche con una visione in prospettiva, con tutti i fondi europei", sottolinea ancora.

Un piano "in cui la presidente Santelli credeva tantissimo, aveva avuto la capacità di individuare i temi 'da aggredire', su cui puntare e lei stessa in prima persona in occasione della presentazione del protocollo aveva voluto leggere e spiegare le slide dell'intesa e dei provvedimenti che conteneva", aggiunge Ferrara. Un impegno che, per Ferrara, adesso non va vanificato. "Adesso è il momento del dolore, ma poi mi auguro che venga quello della responsabilità: tutti, corpi intermedi, sindacati, imprese e politica, ognuno per la sua parte, credo che dobbiamo onorare il suo impegno, non vanificando quanto è stato fatto, anche ad esempio sulla semplificazione a livello regionale", sottolinea.

Di certo, sottolinea Ferrara, "per la Calabria è un periodo molto delicato, in una situazione già emergenziale dal punto di vista sanitario ed economico, e con l'incertezza di quando si potrà andare a nuove elezioni", spiega.

E ancora di più in questo momento, conclude Ferrara, "deve essere importante la scelta delle persone che in futuro dovranno portare avanti la Regione, dopo una presidente che, ribadisco, nonostante la malattia, ha dimostrato grandissima determinazione, coraggio e autorevolezza".

(di Fabio Paluccio)



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.