Cerca

Startup WaveMarketing aiuta aziende locali a ripartire dopo Covid-19

START-UP
Startup WaveMarketing aiuta aziende locali a ripartire dopo Covid-19

Una giovane start-up italiana nata nel 2019, WaveMarketing, ha dedicato le sue energie alla creazione di un sistema di marketing digitale specifico per aziende locali, in grado di aiutare le micro-imprese a lanciarsi nel digitale, soprattutto per un supporto alla ripresa post-coronavirus. In soli pochi mesi di attività, la società ha testato il suo metodo conquistando un portfolio di clienti notevole. Ora è pronta per il lancio su vasta scala, orientata al target specifico delle aziende geo-localizzate: i centri estetici, le palestre, i parrucchieri, ecc. Le cosiddette imprese 'su strada'.


“Non cambia solo l’economia ma anche le abitudini di acquisto, trarre il massimo dal digitale diventa ora un imperativo per ogni micro-impresa. In Italia, negli ultimi anni, con l’avvento dei social e del digitale, abbiamo assistito a un mercato, quello del marketing, che basa l’efficacia dei suoi risultati su dati e criteri fini a se stessi: 'mi piace', commenti, clic, condivisioni etc., metriche intangibili, che non permettono un’analisi chiara e lineare dell’investimento fatto e dei guadagni ottenuti”, afferma il co-fondatore Federico Faloci, che, insieme al suo socio Danilo Dicorato, ha l’ambizione di proporre una soluzione concreta per le micro-imprese italiane che vogliono fare marketing con successo. Secondo Faloci, questo approccio 'tradizionale' al marketing è adatto a realtà internazionali e multinazionali ma errato quando si parla di piccole aziende locali. Il motivo risiede in una disponibilità minore di budget e risorse da parte delle imprese geo-localizzate, che determina un margine d’errore quasi pari allo zero.

“Mentre il resto delle agenzie si basa su 'vanity metrics' - specifica Faloci - il nostro approccio si basa solo ed esclusivamente su un’unica metrica regina: il Roi (ritorno sull’investimento). Per assicurarci di avere un impatto significativo nelle aziende con cui lavoriamo, integriamo 'unità economiche' a strategie di digital marketing". “Le imprese locali, in particolare, sono cadute vittima di svariati errori in materia di marketing, comparto decisivo per ogni tipologia di business e da cui ne dipende la crescita, e in alcuni casi il fallimento. Noi stessi abbiamo inconsapevolmente commesso errori agli albori della nostra avventura. E trasferiamo dun-que tutta la nostra esperienza a 360 gradi ai nostri potenziali clienti. In questi mesi di attività, dopo aver testato a fondo le nostre strategie, abbiamo ideato un vero e proprio metodo chiamato ClientiElite”.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.