cerca CERCA
Mercoledì 08 Febbraio 2023
Aggiornato: 02:20
Temi caldi

Il protocollo prevede una serie di azioni combinate

Lazio: accordo per rilancio distretto ceramica di Civita Castellana

20 febbraio 2014 | 17.30
LETTURA: 3 minuti

alternate text

Roma, 20 feb. (Labitalia) - La Regione Lazio firma un protocollo d'intesa per il rilancio dell'area industriale di Civita Castellana, che rappresenta da secoli un'eccellenza nella produzione della ceramica. L'obiettivo è fornire una risposta di lungo termine con cui aiutare questo territorio a uscire dalla crisi, che negli ultimi due anni ha determinato la perdita di oltre mille posti di lavoro e la chiusura di dieci aziende. "Vogliamo dimostrare - ha detto il presidente della Regione, Nicola Zingaretti - che non è vero che non si può tornare a crescere, e che il destino della Regione sia segnato verso il declino. Vogliamo ribaltare questa idea e offrire speranza con strategie globali di intervento".

Il protocollo prevede una serie di azioni combinate. A cominciare dal sostegno ai distretti e alle imprese: in proposito, entro il primo semestre del 2014 la Regione pubblicherà un nuovo bando a sostegno dei distretti utilizzando tutte le economie dei bandi precedenti. Previsto poi il ripristino del depuratore, la cui attività limitata di questi anni ha inciso negativamente sia sulle imprese che sull'ambiente. I lavori saranno finanziati con 760.800 euro. Novità anche per la formazione professionale on demand, volta a sostenere le imprese che vogliono formare il proprio personale. Per quanto concerne la formazione scolastica, la Regione promuoverà bandi rivolti alle scuole superiori del territorio, in particolare per la realizzazione di progetti innovativi sulle azioni di rete e sulla robotica. Per l'anno scolastico 2014/2015 lo stanziamento previsto è di 50.000 euro.

Sul tema dell'internazionalizzazione, entro la fine di febbraio verranno approvati il Piano triennale dell'internazionalizzazione delle imprese laziali e il Piano operativo 2014, con uno stanziamento di 11 milioni di euro per il solo 2014. La Regione ha annunciato infine l'avvio di ulteriori iniziative di confronto e di aggiornamento sulle opportunità offerte dai fondi europei del Por Fesr. A tale riguardo, verranno promossi specifici incontri sul programma 'Lazio Start Up', a partire dal bando relativo a prestiti partecipativi (fino a 200mila euro per sostenere la nascita e la crescita di nuove imprese).

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza