cerca CERCA
Lunedì 06 Dicembre 2021
Aggiornato: 01:00
Temi caldi

Lazio: maculopatia, 100 visite gratis al Policlinico Umberto I di Roma

07 maggio 2014 | 17.31
LETTURA: 3 minuti

Roma, 7 mag. (Adnkronos Salute) - Distorsione delle immagini, calo del visus, perdita della visione centrale: in altre parole, ciò che si fissa viene coperto da una macchia. Sono i sintomi della degenerazione maculare legata all'età, per l'Oms prima causa di cecità legale nei Paesi industrializzati, con numeri in crescita a causa del progressivo invecchiamento della popolazione. Ne soffre circa 1 milione di italiani e oltre 260.000 sono colpiti dalla forma più grave, quella neovascolare, che fa registrare oltre 35.000 nuovi casi ogni anno, 3.500 nel Lazio. Per promuovere l'informazione sulla malattia, il Centro maculopatie del Dipartimento di scienze oftalmologiche del Policlinico Umberto I di Roma apre le porte ai cittadini, con un incontro e visite gratuite ai primi 100 partecipanti. L'appuntamento è per domani, giovedì 8 maggio, dalle 17 alle 19 al Dipartimento di scienze oftalmologiche-Aula A Policlinico Umberto I.

"I primi 100 partecipanti all'incontro avranno la possibilità di prenotare una visita oculistica gratuita: un esame della vista da parte di personale medico e sanitario specializzato nella diagnosi precoce delle maculopatie, con l'ausilio di nuovi strumenti diagnostici specifici", sottolinea l'ospedale in una nota. "Lo scopo principale di questo incontro - dichiara Lia Giustolisi, responsabile del Centro maculopatie - è fornire più informazioni possibili su prevenzione, sintomatologia, metodiche diagnostiche e possibilità terapeutiche della degenerazione maculare legata all'età", che alla lunga rende "impossibile compiere anche le più semplici attività quotidiane, come svolgere lavori domestici, guidare, usare il telefono, maneggiare il denaro".

"Oggi - aggiunge Domenico Alessio, direttore generale dell'Umberto I - al Policlinico disponiamo delle più innovative strumentazioni diagnostiche e strategie cliniche e terapeutiche per questa patologia. Quanto più precocemente viene individuata e trattata, maggiori sono le possibilità di salvare la vista".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza