cerca CERCA
Mercoledì 07 Dicembre 2022
Aggiornato: 17:50
Temi caldi

Musica

Marco Mengoni: "Sono tante 'Le cose che non ho'..."

02 dicembre 2015 | 16.53
LETTURA: 3 minuti

di Daniele Rossignoli

"Il tempo passa troppo velocemente e spesso mi arrabbio proprio per questo: non avere il tempo di riflettere sul presente perché troppo condizionato dal passato e dal fatto che penso sempre al futuro che deve arrivare". Il tempo fa parte di tutta quella serie di cose che Marco Mengoni non ha e che ha voluto raccontare nel suo secondo disco legato al progetto 'Parole in circolo', partito a gennaio, e che si chiama per l'appunto 'Le cose che non ho' e che uscirà venerdì 4 dicembre.

Un album, realizzato tra Milano e Los Angeles, che comprende 11 brani. "Le cose che non ho -ha spiegato Mengoni nel corso di una conferenza stampa- vuole ricordare a tutti, ma prima di tutti a me stesso, quanto sia importante guardarsi dentro, godersi gli attimi della vita, i singoli momenti che compongono una giornata con la fortuna che mi è capitata di fare ogni giorno quello che più mi piace".

In 'Parole in circolo', invece, Mengoni affronta il concetto di libertà, sopratutto una libertà artistica ma che condiziona anche la sua vita privata: "ogni mese, ogni anno che passa, mi sento sempre più libero di esprimermi -ha sottolineato- poi la libertà è sempre un po' corrotta da questo mondo. Non siamo mai liberi proprio del tutto -ha osservato- ma io userò sempre la mia musica per essere libero".

Per questo album Mengoni ha voluto confermare alcune importanti collaborazioni come quella con Sia Furler, una delle voci più acclamate della scena pop internazionale, che ha regalato un brano, 'Rock Bottom', che Mengoni interpreta in inglese, e quella di Giuliano Sangiorgi che firma musica e testo di 'Solo due satelliti'.

Una collaborazione per la quale lo stesso leader dei Negramaro si dice molto soddisfatto: "scrivere una canzone per una voce come quella di Mengoni -ha osservato Sangiorgi- è come dipingere un quadro, consapevoli di avere a disposizione una tavolozza. Potrà venire fuori, con certezza assoluta, un nuovo colore, mai visto prima".

Un album, comunque, che ha al centro l'amore: "sono cresciuto -ha detto Mengoni- ho alzato gli occhi e ritengo che l'amora sia fondamentale nella vita di tutte le persone. Io non saprei scrivere d'altro, poi faccio anche canzonette, ma se siamo felici o depressi tutto è sempre legato all'amore".

E per il prossimo anno, con il nuovo tour che partirà ad aprile da Torino, sono già state raddoppiate alcune date come Milano, Roma e Verona a maggio "e da qui ad aprile -ha concluso- dovrò rimboccarmi le maniche per modificare qualcosa e aggiungere gli imput che ho avuto da questo disco e in questi mesi".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza