cerca CERCA
Sabato 02 Luglio 2022
Aggiornato: 00:03
Temi caldi

4 marzo

Le schede elettorali

19 febbraio 2018 | 14.08
LETTURA: 2 minuti

alternate text
(dal sito del Viminale)

Elezioni in avvicinamento. Domenica 4 marzo, dalle 7 alle 23, oltre 50 milioni di cittadini italiani (24,8 milioni maschi e 26,4 milioni femmine, più 4,2 milioni di elettori residenti all'estero) saranno chiamati alle urne per rinnovare il Parlamento.

Si vota per la prima volta con il cosiddetto Rosatellum, per un terzo maggioritario, per due terzi proporzionale. Le schede elettorali riflettono questo sistema e chi andrà alle urne potrà riceverne: una di colore giallo per il Senato della Repubblica (per gli elettori che hanno compiuto 25 anni), l'altra di colore rosa per la Camera dei Deputati (per i cittadini con 18 anni).

LE SCHEDE - Le schede contengono il nome del candidato nel collegio uninominale nel rettangolo posto in alto. Nella stessa scheda, nella parte sottostante - dedicata ai colleghi plurinominali - sono riportati il contrassegno di ciascuna lista o coalizione di liste collegate al candidato del collegio uninominale. Nei collegi plurinominali, accanto ai simboli sono riportati i nominativi dei candidati contenuti in rettangoli contigui.

ANTIFRODE - Le schede sono, come prevede la norma, di carta consistente e sono fornite a cura del ministero dell'Interno. Le dimensioni delle schede possono variare sulla base delle liste che concorrono alla competizione elettorale in una data circoscrizione/collegio. Quest'anno, per la prima volta, all'interno della scheda è inserito un tagliando antifrode.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza