cerca CERCA
Sabato 27 Novembre 2021
Aggiornato: 15:51
Temi caldi

Le soluzioni per andare in pensione presto

17 settembre 2019 | 14.14
LETTURA: 2 minuti

alternate text

Andare in pensione presto è il sogno di molti italiani. La legge consente delle soluzioni - alcune più vantaggiose, altre meno - per fare di questo sogno realtà.

Se ad oggi l’età pensionabile minima, per quanto riguarda la pensione di vecchiaia retributiva, è fissata a 67 anni più 20 anni di contributi, e quella per la pensione anticipata è prevista a 64 anni più 20 anni di contributi, in alcuni casi è possibile andare in pensione anche prima di aver compiuto i 60 anni di età.

In che modo? Money.it ha stilato una classica delle soluzioni migliori per andare in pensione il prima possibile , di cui si riportano le tre strade ritenute più vantaggiose.

Opzione Donna - Soluzione dedicata esclusivamente alle donne, permette di andare in pensione con 35 anni di contributi e 58 anni di età (59 anni in caso di lavoratrici autonome). Tali requisiti, tuttavia, devono risultare soddisfatti al 31/12/2018. Attenzione alla convenienza di tale scelta: la decurtazione dall’assegno pensionistico può risultare importante, in alcuni casi.

Quota 41 - Soluzione dedicata ai lavoratori precoci, coloro che hanno versato almeno 12 mesi di contributi, anche non continuativi, prima di aver compiuto 19 anni. Consente di andare in pensione con 41 anni di contributi.

Quota 100 - Anche se attualmente a rischio data la crisi di governo, tale misura permette di andare in pensione con 100 anni come somma totale tra età anagrafica e anzianità contributiva. Con due vincoli: l’età anagrafica non può essere inferiore ai 62 anni e l’anzianità contributiva non inferiore ai 38 anni.

Tra le altre strade percorribili troviamo la “classica” pensione anticipata e la pensione anticipata contributiva.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza