cerca CERCA
Giovedì 20 Gennaio 2022
Aggiornato: 15:25
Temi caldi

L.elettorale: esperto simboli, i tre significati della protesta 'in bianco'

11 marzo 2014 | 12.06
LETTURA: 2 minuti

Ci sono ''almeno tre significati simbolici'' dietro la protesta delle deputate in occasione della bocciatura alla Camera degli emendamenti per la parita' di genere nella legge elettorale. ''Innanzi tutto il bianco candido richiama il termine 'candidato' e l'usanza nell'antica Roma di indossare una toga bianca da parte di chi si presentava alle elezioni'', dice all'Adnkronos Renucio Boscolo, studioso di simbologia e semantica. ''Quindi, sotto questo profilo, la scelta del colore appare appropriata''.

''In secondo luogo -prosegue- secondo la legge dell'ottica il bianco è un 'non colore' che racchiude in sè tutti i colori, quindi può ben rappresentare la volontà di animare una protesta unitaria che vada al di là dei partiti e dei singoli schieramenti. Non va dimenticato, poi, che in molti Paesi il bianco è il colore del lutto. Un aspetto da non sottovalutare nel momento in cui 'viene a mancare' una riforma molto attesa e sacrificata sull'altare del maschilismo politico italiano''.

''Tra quote rosa, proteste in bianco, 'popolo viola' -aggiunge Boscolo- da non dimenticare la scelta cromatica di chi, come gli attivisti in Ucraina o lo stesso Luigi De Magistris a Napoli, ha optato per l'arancione. Un colore acceso, forte, più adatto a chi vuole promuovere una 'rivoluzione'''.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza