cerca CERCA
Domenica 26 Settembre 2021
Aggiornato: 23:48
Temi caldi

Ue: Letta, Europa così non va, serve unione federale a due velocità

16 luglio 2015 | 19.55
LETTURA: 2 minuti

alternate text

"Questa Unione Europea non può andare avanti così. O si va verso il federalismo, o si torna indietro. Un passo avanti si può fare solo con un Europa a due velocità". A dichiararlo è Enrico Letta, già presidente del Consiglio, a conclusione del convegno intitolato 'The Global (Dis)order, can trade agreement revive growth?', organizzato dalla rivista 'East' in collaborazione con UniCredit questa mattina a Roma.

"La vicenda greca ha dimostrato che l'Europa così non funziona", ha proseguito Letta, che segnala "l'assenza della Commissione" nella foto successiva all'accordo sulla Grecia. "Se il Tennessee fallisse, non sarebbero il Montana o il Dakota a salvarlo. Serve un'Unione federale".

Letta ha poi parlato di Ttip, il trattato di libero scambio in discussione tra Stati Uniti e Unione Europea. Secondo l'ex premier, che si dice "favorevole, ma a patto che si faccia per bene", nonostante i benefici economici e geopolitici, uno dei principali problemi rimane quello di natura culturale. "In Italia non se ne parla, ma in Francia in molti discutono di 'exception culturelle'". Per spiegare il proprio punto di vista, Letta racconta l'episodio di una cena alla Casa Bianca con il presidente Obama nel 2013: "dopo che a lungo avevamo parlato dell'importanza, per noi europei delle certificazioni di provenienza territoriale per i nostri prodotti, i camerieri della Casa Bianca ci hanno servito 'rucola e parmesan'. Siamo scoppiati a ridere. Gli ho spiegato che il parmigiano è tale se è stato prodotto nel suo luogo di origine. Non è una questione economica, ma territoriale e culturale. Discutendo, si fanno passi avanti", conclude l'ex premier.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza