cerca CERCA
Lunedì 06 Dicembre 2021
Aggiornato: 21:49
Temi caldi

Libano: attentato Beirut, bilancio sale a un morto e 20 feriti

24 giugno 2014 | 09.14
LETTURA: 2 minuti

alternate text

(Aki) - Si aggrava il bilancio dell'attentato che ha colpito nella notte la capitale libanese Beirut. Secondo il sito del 'The Daily Star', che cita fonti della sicurezza e della Croce Rossa locale, lo scoppio di un'autobomba nel quartiere meridionale a maggioranza sciita ha ucciso un militare, Abdul-Karim Hodroj, e ha ferito 20 persone. Il militare risultava inizialmente disperso, ma l'esame del Dna su un cadavere irriconoscibile ha confermato la sua morte. E' deceduto anche l'attentatore.

Lo scoppio e' avvenuto alle 23.40 locali (le 00.40 in Italia) nel quartiere di Tayyouneh, nei pressi del caffe' Abu Assaf, dove in tanti seguivano la partita dei Mondiali di calcio tra Brasile e Camerun. Hodroj e un collega hanno intercettato l'auto quando ha imboccato una via contromano. Ha quindi puntato la sua pistola contro il conducente, che tuttavia si e' fatto esplodere, dilaniando il suo corpo e ferendo il collega. L'auto, una Mercedes bianca, era imbottita di 25 chilogrammi di Tnt. Secondo il militare sopravvissuto, l'attentatore parlava con un accento siriano.

Lo scoppio e' stato cosi' violento che il corpo dell'attentatore e' stato scagliato contro il quarto piano di un palazzo vicino, che ora appare imbrattato di sangue. Numerosi anche i danni materiali a edifici e auto parcheggiate. Subito dopo l'esplosione, decine di persone sono scese in strada per il panico, costringendo i militari a sparare alcuni colpi in aria per disperdere la folla. Tayyouneh e' una roccaforte del partito sciita Amal, alleato di Hezbollah.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza