cerca CERCA
Sabato 10 Dicembre 2022
Aggiornato: 21:58
Temi caldi

Libano: le Brigate Abdullah Azzam, dal 2004 nella galassia di al-Qaeda/scheda (2)

19 febbraio 2014 | 11.43
LETTURA: 2 minuti

(Aki) - Il primo attentato rivendicato dalle Brigate Abdullah Azzam risale al 2004 a Taba, citta' situata nell'Egitto settentrionale vicino al confine con Israele. In quell'occasione rimasero uccise 34 persone, tra le quali due sorelle italiane, Jessica e Sabrina Rinaudo. Nel 2005, militanti del gruppo sunnita avevano attaccato una nave militare Usa nel porto di Aqaba, in Giordania, e nel 2010 la petroliera giapponese M. Star nello Stretto di Hormuz.

Nello stesso anno, le Brigate avevano minacciato direttamente il presidente iraniano, Mahmoud Ahmadinejad, in occasione della sua visita ufficiale in Libano. L'organizzazione estremista aveva annunciato attentati "se i piedi del presidente iraniano" avessero toccato il suolo libanese.

Nel 2012 il defunto capo delle Brigate, al-Majid, aveva minacciato gli sciiti libanesi per il loro sostegno al regime del presidente siriano Bashar Al-Assad. In un messaggio audio, al-Majid aveva affermato che "le posizioni di Hezbollah e Amal vanno contro la rivoluzione siriana". Prima dell'attacco all'ambasciata iraniana del 19 novembre scorso, le Brigate Abdullah Azzam avevano rivendicato in diverse occasioni lanci di razzi dal sud del Libano contro Israele.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza