cerca CERCA
Domenica 02 Ottobre 2022
Aggiornato: 12:04
Temi caldi

Libia: aerei e navi militari per bloccare petroliera rifornita da ribelli

10 marzo 2014 | 08.57
LETTURA: 2 minuti

alternate text

(Aki) - Il ministero libico della Difesa ha schierato navi e aerei militari al largo del porto di Sidra, 20 km circa da Ras Lanuf, per bloccare una petroliera della Corea del Nord che ieri e' stata caricata di petrolio dai separatisti della Cirenaica, che controllano il terminal. Lo riferisce l'agenzia ufficiale Lana, secondo la quale il ministero della Difesa ha dato disposizione ai militari di "occuparsi" della nave Morning Glory, dopo che ieri i ribelli avevano ignorato l'ordine di Tripoli di smettere di imbarcare petrolio a bordo della nave e il ministro della Cultura Amin al-Habib aveva minacciato di "trasformarla in un mucchio di metallo".

Anche il premier Ali Zeidan, due giorni fa, aveva minacciato di bombardare la Morning Glory, che puo' trasportare fino a 350mila barili di greggio, mentre il ministro del Petrolio, Omar Shakmak, ha lanciato accuse di "pirateria". "Tutte le parti devono rispettare la sovranita' della Libia e se una nave non si adegua, sara' bombardata", ha detto Zeidan sabato, in una conferenza stampa. "Non vogliamo sfidare il governo o il congresso di Tripoli - ha replicato Rabbo al-Barassi, portavoce dell'autoproclamato governo della Cirenaica - ma insistiamo a voler esercitare i nostri diritti". (segue)

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza