cerca CERCA
Sabato 27 Novembre 2021
Aggiornato: 22:18
Temi caldi

Libia, Renzi: "Non è tempo di intervento, aspettiamo lavoro Onu"

16 febbraio 2015 | 11.27
LETTURA: 2 minuti

Il premier telefona al presidente egiziano Al-Sisi: "Solidarietà per le vittime". Hollande chiede riunione urgente servizio sicurezza Onu

alternate text

"Non è tempo dell'intervento" in Libia e "la visione del governo è una sola, tutti la condividono ministri compresi, la proposta è aspettare che il Consiglio delle nazioni unite lavori un pò più convintamente sulla Libia". Lo ha detto il premier Matteo Renzi in una intervista al Tg5.

"Da tre anni la Libia è fuori controllo, lo abbiamo detto in tute le sedi e continueremo a dirlo, è fondamentale che il problema Libia non sia solo italiano ma internazionale -ha spiegato Renzi-. Ma mi sento allo stesso tempo di raccomandare saggezza e prudenza. La vicenda è problematica, la seguiamo con grande preoccupazione, non si passi dall'indifferenza all'isteria irragionevole. La situazione in Libia è difficile ma la comunità internazionale ha tutti gli strumenti per intervenire, se vuole". Il premier ha spiegato ancora: "In Libia non c'e' una invasione da parte dello Stato islamico, alcune milizie che già agivano in Libia hanno iniziato a fare riferimento allo Stato islamico" ma "sono assolutamente certo che la forza delle Nazioni unite è superiore alle milizie radicali".

Il presidente del Consiglio italiano, ha avuto questa mattina un lungo colloquio telefonico con il Presidente egiziano Al-Sisi, al quale il premier ha espresso il suo cordoglio e solidarieta' per le vittime uccise dall'Isis. Al centro del colloquio la lotta contro il terrorismo, con particolare riguardo alla situazione libica, e ai passi politici e diplomatici nel quadro del Consiglio di sicurezza Onu per riportare sicurezza e pace nel Paese.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza