cerca CERCA
Lunedì 15 Agosto 2022
Aggiornato: 17:15
Temi caldi

Libri, 'Emozioni in Trentino' di padre Sapienza: negli scatti la montagna per riscoprire Dio

05 agosto 2022 | 13.53
LETTURA: 2 minuti

Il volume curato dal reggente della Casa Pontificia è una raccolta di foto e riflessioni di autori vari

alternate text

"Fotografie del silenzio" per uscire dal trambusto della quotidianità e dalla banalità creando "uno spazio che ferma e sospende i nostri sguardi e i nostri pensieri, per aprirli verso un altrove". Padre Leonardo Sapienza, sacerdote e reggente della Casa Pontificia, parla così delle immagini raccolte in 'Emozioni in Trentino', volume fotografico che ha curato. Scatti e immagini, accompagnati da riflessioni di autori vari: "Camminando tra i sentieri delle Dolomiti e l'immensità delle valli del Trentino, le emozioni (e quali e quante!) si provano e si godono a pieni polmoni. Le immagini raccolte in questo volume - sottolinea l'introduzione padre Sapienza - offrono alcune istantanee di queste bellezze. Non c'è da capire in quei momenti: c'è solo da emozionarsi e da amare! Ci si affaccia su panorami stupendi con meraviglia, per scoprirne le meraviglie". "E' ciò che noi, frettolosi consumatori di tecnologia - osserva - non proviamo più. Capita di guardare, ma non di vedere".

"La nostra è stata chiamata 'la generazione del capo chino' - aggiunge padre Sapienza in un altro passaggio - sempre ripiegati sul computer, con lo sguardo basso sul cellulare; tutti intenti su interessi immediati, sulle banalità o sulle cose da possedere. Ma così, si spegne non solo la poesia, ma la stessa vita dell'anima. E' necessario, allora, salire sui monti del Trentino: attraverso l'erta faticosa ti allontani dalle nebbie della paura, ritrovi il mistero del cielo e, soprattutto, riscopri te stesso".

In conclusione, padre Sapienza ricorda: "Salire in montagna significa isolarsi, distaccarsi dagli uomini e dalle cose, principio indiscusso di sanità mentale. Salire in montagna significa abituarsi all'autonomia personale - continua - a restare con i propri pensieri, la propria preghiera, il proprio destino. Salire in montagna significa cercare un luogo per un rapporto personale con Dio, con se stessi, dove riprendere il respiro, ritrovare la pace. In una parola: salire in montagna significa imparare a vivere....".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza