cerca CERCA
Lunedì 14 Giugno 2021
Aggiornato: 11:29
Temi caldi

Libri: Massimo Ferrero, esce l'autobiografia 'al massimo' di Er Viperetta

05 giugno 2015 | 16.30
LETTURA: 3 minuti

alternate text
Massimo Ferrero nella copertina del suo libro

Il Presidente più vulcanico e amato della Serie A si racconta in un’autobiografia schietta e senza filtri come lui, scritta a quattro mani con Alessandro Alciato. Esce infatti 'Una vita al massimo (ed è il minimo che posso dirvi)" (Rizzoli, pp. 210, euro 17,00). Quante vite diverse può vivere un uomo, quante idee possono stare dentro la sua testa, quanti sogni può sognare? Tantissimi, praticamente infiniti, se quell’uomo, anzi, quel Presidente, si chiama Massimo Ferrero ed è nato e cresciuto al Testaccio, "senza arte né parte, da ’na madre che lo lavava cor sapone de Marsiglia come fosse uno straccio, sperando di levargli di dosso l’odore dignitoso della povertà".

Massimo Ferrero, per tutti er Viperetta, di strada ne ha fatta tanta, sempre con irriducibile fantasia, con passione, orgoglio, purezza e geniale incoscienza, passando attraverso un’infinità di lavori fuori e dentro il mondo del cinema. Da quando, da bambino, accompagnava il suo amico Giuliano Gemma a Cinecittà e si nascondeva nelle ceste colme di abiti di scena per respirare l’odore del set a quando, già assistente di produzione, aiutò Dino Risi a girare una scena de La stanza del vescovo in una chiesa che prima di allora era stata vietata a tutti.

Fino a sfiorare una parte nel 'Satyricon' di Fellini, a stringere la mano a Fidel Castro ('il Líder Máximo con il Massimo leader'), transitando da alcune perizie particolari nei casting di Tinto Brass. Per arrivare infine al sogno più pazzo e più bello: la Sampdoria.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza