cerca CERCA
Mercoledì 06 Luglio 2022
Aggiornato: 18:25
Temi caldi

aspetta / Teatro: Lina Sastri, terrorizzata alla vigilia di "Appunti di viaggio"

23 ottobre 2014 | 16.39
LETTURA: 4 minuti

Eduardo insegnava a non abbandonarsi completamente all'emozione ma io ancora non ho imparato, ammette l'attrice. Lo spettacolo fra musica e prosa esordisce domani, in data unica, al Teatro Brancaccio di Roma.

alternate text
Lina Sastri (foto di Carlo Bellincampi)

"Sono terrorizzata chissà domani cosa succederà, lo spettacolo potrebbe durare anche solo cinque minuti ". Alla vigilia della messa in scena al Teatro Brancaccio di Roma, in data unica, del suo "Appunti di viaggio", Lina sastri, conversando con l'AdnKronos, non nasconde l'emozione del debutto, motivata anche dalla peculiarità della piece: "E' una cosa completamente destrutturata, nata quasi per caso in sera d'etate, ora ho aggiunto sei musicisti e al Brancaccio, viste le dimensioni della sala, ci saranno anche dei video, ma il percorso della serata è libero, nel senso che c'è una scaletta di massima ma non un vero e proprio copione, e questo rende tutto più difficile".

Più difficile anche perchè Sastri racconta in sostanza se stessa, e il coinvolgimento emotivo si fa sentire, come ammette facendo riferimento a Eduardo De Filippo, con cui ha lavorato e dal quale ha imparato: è stata una fortuna averlo incontrato e conosciuto. Il suo lavoro era una lezione di vita e di teatro, di rigore e sensibilità, di rispetto per l'arte e per se stessi. Ogni maestro che incontri è una lezione di teatro, lui non 'insegnava' ma da quello che faceva si imparava, si apprendeva anche il valore del silenzio, della pausa, il farsi capire quando devi essere capito, la capacità di non abbandonarsi completamente all'emozione, cosa che io ancora non ho ancora imparato".

"Appunti di viaggio" è un racconto della vita artistica della Sastri sull'onda della musica, dal debutto in "Masaniello" alle prime esperienze teatrali, con Eduardo, Patroni Griffi, al cinema , alla musica, all’invenzione del suo teatro musicale.e cosi’, di volta in volta, il racconto si anima di citazioni di prosa, da Filumena di Eduardo, a Pirandello, a "La casa di Ninetta", della stessa attrice autrice. "Queste sono le parti scritte, certe -spiega Sastri- ma i passaggi dall'una all'altra sono legati all'andamento della serata".

"Le ferite e le stanchezze sono tante ma conservo forte l'aspirazione alla libertà"

I passaggi che legano i brani citati nello spettacolo sono fatti di musica, come "Assaie" scritta da Pino Daniele per il film "Mi manda Picone" o "Madonna de Lu Carmine" di Roberto De Simone per lo spettacolo "Masaniello" e, ancora, come "Reginella" cantata per la prima volta a Cinecittà in una serata dedicata alla commemorazione di Anna Magnani, come i classici napoletani del suo precedente spettacolo, "Linapolina, e gli inediti brani scritti per lei dai nuovi compositori e autori napoletani.

"Questo viaggio non ha assolutamente un punto di arrivo ma quello di partenza è necessariamente il debutto", prosegue Lina Sastri che descrive la se stessa di allora come "una ragazzina di 17 anni con gonne lunghe, capelli legati, religiosa e inquieta che quando ha visto per la prima volta un palcoscenico ha pensato che il teatro era l'assoluto, e ha identificato nell'arte la libertà di essere". Una libertà che, aggiunge, "cerco, forsennatamente, di conservare. Le ferite e le stanchezze sono tante, con il passare degli anni le speranze e le progettualità diventano sempre più deboli ma, quando dipende da me, conservo forte l'aspirazione alla libertà".

"Appunti di viaggio", dopo la prima a Roma, tornerà in scena a Napoli per io prossimo Natale, con cinque repliche, intanto Lina Sastri riprenderà a dicembre il suo tour di "Linapolina" e prossimamente sarà su Rai1 nel tv movie "Il sole negli occhi" diretto da Pupi Avati che ha come protagonista Laura Morante: "Il mio è un piccolo ruolo, scritto bene, che ho avuto piacere di fare anche per lavorare con Avati, cosa che prima non avevo mai fatto", spiega l'attrice.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza