cerca CERCA
Lunedì 28 Novembre 2022
Aggiornato: 19:39
Temi caldi

Comunicato stampa

L'industria delle bacche di Goji nel bacino di Tsaidam in Cina si prepara a crescere

05 settembre 2019 | 16.33
LETTURA: 2 minuti

XINING, Cina, 5 settembre 2019 /PRNewswire/ -- recentemente, il secondo Forum di Qaidam sul goji organico e arricchito al selenio si è aperto in grande stile a Delingha, nella prefettura autonoma mongolo tibetana di Haixi, nella provincia cinese del Qinghai.

L'industria della bacca di goji (conosciuta come Lycium chinense) nel bacino di Tsaidam nella provincia cinese nordoccidentale del Qinghai è prevista in ascesa con un rimbalzo dei prezzi, hanno predetto gli addetti ai lavori al recente summit sulle bacche di goji organiche arricchite al selenio.

Il bacino di Tsaidam, seconda più grande base di impianto della Cina di bacche di goji e piantagione continuativa più alta del mondo di bacche di goji, buona parte della quale si trova nella prefettura autonoma mongolo tibetana di Haixi nel Qinghai, vanta sufficiente luce solare, grande escursione termica tra giorno e notte e suolo ricco di selenio ideale per coltivare bacche di goji di qualità.

Secondo il rapporto annuale dell'indice prezzi delle bacche di goji Xinhua-Tsaidam, i prezzi che crescevano prima del 2015 hanno causato il rapido aumento della produzione di bacche di goji nel bacino di Tsaidam, il che ha portato ad un'offerta eccessiva di bacche di goji e al graduale calo dei prezzi.

Secondo il governo della prefettura autonoma mongolo tibetana di Haixi nella provincia del Qinghai, per far fronte ai cambiamenti, il governo locale ha introdotto una serie di politiche favorevoli, ha lanciato l'indice prezzi delle bacche di goji Xinhua-Tsaidam insieme al China Economic Information Service (CEIS) dell'agenzia di stampa Xinhua, ed ha messo in piedi basi dimostrative e zone correlate riguardanti l'export, il brand building e la sicurezza della qualità delle bacche di goji, etc.

Dopo 3-5 anni di autoregolazione, il prezzo delle bacche di goji nel bacino è cominciato a salire nel 2019 e può guardare con ottimismo alla stagione del raccolto di quest'anno.

I dati hanno mostrato che la zona di coltivazione delle bacche di goji nella prefettura autonoma mongolo tibetana di Haixi è prossima attualmente a 500.000 mu (circa 33.333,33 ettari), con una resa totale della frutta secca eccedente le 80.000 tonnellate e un valore di produzione in previsione di raggiungere 2,416 miliardi di yuan, in crescita rispettivamente di 55 volte, 171 volte e 73 volte in confronto al 2008.

 

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza