cerca CERCA
Venerdì 23 Luglio 2021
Aggiornato: 17:20
Temi caldi

Videochiamate

L'intelligenza collettiva funziona meglio a videocamera spenta

22 giugno 2021 | 14.14
LETTURA: 2 minuti

Una ricerca Usa mostra come nei team di lavoro a distanza si è più intelligenti se il brain storming è svolto solo con l'audio.

alternate text
- Fotogramma

Ora che ci siamo tutti quanti abituati a relazionarci dentro la cornice di una videochiamata, ecco che arriva una nuova ricerca che prova a suggerire il contrario: la videoconferenza può ostacolare la collaborazione. La soluzione potrebbe essere quella di spegnere la fotocamera. La rivista PLOS One ha prodotto un esperimento con team di due persone che hanno collaborato utilizzando strumenti di videoconferenza la cui operatività è stata confrontata con altri che utilizzavano solo l'audio. La conclusione? La telecamera accesa tende a impedire la comunicazione vocale: le coppie con la fotocamera accesa hanno ottenuto punteggi più bassi nei test di valutazione sul problem solving di gruppo.

Anita Williams Woolley, professore associato di comportamento e teoria organizzativa presso la Tepper School of Business della Carnegie Mellon University e autrice dello studio ha spiegato di averne già condotto uno simile alcuni anni fa sulla possibilità di valutare l'intelligenza collettiva di un team dalle espressioni facciali visibili. La crescente importanza della videoconferenza ha dato origine al nuovo studio. Questa volta, la dottoressa Woolley e i suoi colleghi hanno ideato un altro esperimento per determinare se i lavoratori che utilizzavano la funzione video avessero vantaggi rispetto ai lavoratori che comunicavano solo tramite audio mentre collaboravano da luoghi diversi. L'esperimento è stato condotto su 198 partecipanti tra loro sconosciuti e assegnati in modo casuale a squadre di due persone, ognuna delle quali ha utilizzato uno strumento di conferenza web per comunicare. Alle coppie è stato chiesto di collaborare a un test di intelligenza collettiva che ha misurato la loro capacità di lavorare insieme per generare idee, prendere decisioni, eseguire piani e ricordare cosa fosse successo. Metà delle coppie ha sostenuto il test con la fotocamera dello strumento di conferenza accesa, l'altra metà con la sola funzione audio.

“L'intelligenza collettiva (CI) è la capacità di un gruppo di risolvere una vasta gamma di problemi. La sincronia nei segnali non verbali è di fondamentale importanza per lo sviluppo dell'IC. Tuttavia, i risultati esistenti si basano principalmente su studi condotti di persona. Data la mole di relazioni che avviene tramite Internet, la sincronia non verbale è ancora importante e può essere raggiunta quando i collaboratori sono fisicamente separati? Ipotizziamo e testiamo l'effetto della sincronia non verbale sulla CI che si sviluppa attraverso segnali visivi e audio in team di due persone fisicamente separate. Mostriamo che, contrariamente alla credenza popolare, la presenza di segnali visivi sorprendentemente non ha alcun effetto sull'IC. Inoltre, i team senza segnali visivi reciproci hanno più successo nel sincronizzare i loro segnali vocali e i turni di parola, e quando lo fanno, hanno un CI più elevato. I nostri risultati mostrano che la sincronia non verbale è importante nella collaborazione distribuita e mettono in discussione la necessità del supporto video”.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza