cerca CERCA
Lunedì 29 Novembre 2021
Aggiornato: 10:13
Temi caldi

Lipu, in Basilicata rapace di specie rara ucciso da impianto eolico

15 aprile 2014 | 15.25
LETTURA: 2 minuti

alternate text

''Ancora rari rapaci uccisi dall'eolico: un esemplare di Nibbio reale ('Milvus milvus'), specie di grande interesse conservazionistico e contemplato dalle Direttive Comunitarie, fatto a pezzi dalle pale eoliche. E non e' che la punta dell'iceberg''. Lo afferma la Lipu, segnalando che presso la centrale eolica a Gorgoglione, in provincia di Matera, un'associazione di naturalisti ha trovato l'animale morto, peraltro proprio in periodo riproduttivo. La Lipu denuncia la proliferazione di impianti eolici in Basilicata.

''Il fabbisogno energetico della Basilicata e' pari a solo l'1% di quello complessivo di tutta la nazione ma la regione e' colonizzata senza ritegno da una infinita' di impianti'', denuncia la Lipu che punta il dito contro il Piano Energetico Regionale del 2010 che prevede ''quasi il doppio di Mw rispetto al piu' aggressivo degli obiettivi invocati dall'Anev (Associazione industriale di categoria)''.

Per la Lipu, ''oggi la Basilicata, con la delicata e celebrata ruralita' e tutti i suoi valori ma anche regione piu' importante d'Italia per il Nibbio reale, animale simbolo di ispirazione per Leonardo Da Vinci e tra le piu' importanti d'Europa per la biodiversita' - sottolinea l'associazione - e' sempre piu' ricettacolo di manufatti industriali, con l'occupazione indiscriminata di crinali e colline con la scusa delle energie ''ecocompatibili''. E le aree scampate sono ipotecate da una miriade di progetti, in gran parte approvati o prossimi ad esserlo''.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza