cerca CERCA
Giovedì 23 Giugno 2022
Aggiornato: 15:47
Temi caldi

Lirica: e' morto il tenore Carlo Bergonzi

26 luglio 2014 | 11.37
LETTURA: 3 minuti

Al suo debutto al Met nel '56, nell''Aida', il New York Times scrisse: "Forse è arrivato il Radames che sognava Verdi". E la carriera del grande tenore emiliano è stata quasi interamente dedicata al compositore di Busseto

alternate text
Carlo Bergonzi

"Forse è arrivato il Radames che sognava Verdi". Così scriveva il 'New York Times' nel '56 dopo il debutto al Met di Carlo Bergonzi nell''Aida'. Un vero trionfo di critica e di pubblico. E forse, si potrebbe aggiungere, oggi il grande tenore e il genio di Busseto si incontreranno nell'aldilà e Verdi potrà ringraziarlo per la sua arte. Bergonzi, 90 anni il 13 luglio scorso, si è spento infatti nella notte di venerdì all'Istituto Auxologico di Milano. La notizia della sua morte è stata data dalla famiglia.

La sua straordinaria carriera è stata interamente nel segno del compositore di Busseto, con l'eccezione di alcune straordinarie incursioni in opere di Donizetti, Puccini, Cilea, Massenet, Giordano, Ponchielli. L'ampia estensione della sua voce (dal La sotto il rigo al Re bemolle sopracuto), dal timbro chiaro con inflessioni brunite, la strabiliante tecnica e il grande senso del fraseggio, lo hanno reso il tenore verdiano per eccellenza. Bergonzi ha cantato in tutti i teatri del mondo, dalla Scala al Colon di Buenos Aires, dall'Opera di Vienna al Covent Garden e al Met, passando per il Regio di Parma, l'Arena di Verona e il Comunale di Firenze, diretto dalle bacchette più prestigiose di tutti i tempi (Herbert von Karajan, Georg Solti, Riccardo Muti, Thomas Schippers, Tullio Serafin, Bruno Walter, Dimitri Mitropoulos, Nello Santi, James Levine, Gianandrea Gavazzeni, Georges Prêtre, Lorin Maazel, Bruno Bartoletti, Leonard Bernstein, Antonino Votto), accanto ai grandi colleghi del belcanto (Maria Callas, Renata Tebaldi, Montserrat Caballé, Leontyne Price, Magda Olivero, Birgit Nilsson, Renata Scotto, Joan Sutherland, Raina Kabaivanska, Anna Moffo, Giulietta Simionato, Marilyn Horne, Fiorenza Cossotto, Fedora Barbieri, Grace Bumbry, Shirley Verrett, Leonard Warren, Dietrich Fischer-Dieskau, Piero Cappuccilli, Renato Bruson, Ettore Bastianini, Leo Nucci, Giuseppe Taddei, Tito Gobbi, Boris Christoff, Giulio Neri, Nicolai Ghiaurov, Cesare Siepi, Fernando Corena, fino al suo allievo Michele Pertusi).

Ha abbandonato la scena nel 2000 dopo un debutto nell''Otello' alla Carnegie Hall di New York dove, dopo avere cantato senza problemi nel corso della prova generale, alla prima abbandona la scena al termine del secondo atto a causa di un'indisposizione. Sarà la sua ultima apparizione su un palcoscenico. Bergonzi sarà sepolto nel cimitero di Vidalenzo, nel Polesine Parmense, dove era nato il 13 luglio del 1924.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza