cerca CERCA
Domenica 29 Gennaio 2023
Aggiornato: 13:43
Temi caldi

Lite 'in chat' Sgarbi-Morgan? "Io mai'', ''Solo dadaismo''

28 novembre 2022 | 17.36
LETTURA: 3 minuti

Il sottosegretario alla cultura e l'artista con l'Adnkronos chiariscono la vicenda che ha tenuto banco nella chat 'Rinascimento e dissoluzione'

alternate text

"Un litigio con Morgan? Impossibile: io non litigo mai con nessuno...". Ricorre al paradosso Vittorio Sgarbi, rispondendo con un sorriso sardonico alla AdnKronos sulla diatriba che li ha visti protagonisti in una chat. "Se c'è una polemica in corso, io non me ne sono accorto", aggiunge. Ma poi, spiega come sono andate le cose. "Stavo in un periodo in cui ero un po' affranto perché all'orizzonte sembrava che dovessi fare il ministro della Cultura e poi hanno nominato Gennaro Sangiuliano, però non potevo darlo a vedere - afferma autoironico Sgarbi - Poi è nata una chat, che ancora non so nemmeno bene cosa sia e come funzioni, dove c'è anche Morgan che anzi ho nominato come amministratore. Ogni tanto, mi degno di scrivere qualcosa che mi appare saggio, tipo 'oggi c'è il sole' oppure 'oggi piove'...". In tutto ciò, "si è sviluppata una polemica quando io ho attaccato Politi editore di 'Flash Art' per quel che scriveva, lui ha attaccato Morgan, Morgan gli ha risposto attaccandolo: scorre un fiume di parole e di sangue... Morgan cancella Politi dalla chat, io lo rimetto dentro perché non voglio censurare nessuno, Morgan esce con sofferenza dalla chat e ne fa un'altra parallela, pieno di rabbia perché mi accusa di non averlo difeso. Ma io non c'entro niente, mi limito soltanto a spingere ogni tanto dei tasti sulla chat...". A proposito della presunta lite in chat Marco Castoldi, in arte Morgan con l'Adnkronos chiarisce: ''Macché, nessun litigio, è dadaismo. Non ho mai litigato con Sgarbi che è riconosciuto come un uomo collerico e facilmente suscettibile. Anche io sono come lui è posso dire con grande orgoglio che sono l’unico con cui Sgarbi non ha mai litigato''.

''Tutto è nato dalla mostruosità che ha detto Politi - racconta - noi stiamo facendo di tutto per valorizzare l’arte e lui in chat se ne è uscito dicendo che la musica non è una forma d’arte. Per Politi solo la pittura è una forma d’arte. Non era possibile quindi andare avanti con l’obbiettivo di valorizzazione l’arte se trovi una persona che dice che la musica non è arte. Quello che ha detto Politi è indice di ignoranza e di ottusità che è il contrario di quello che serve a noi. Il mio obbiettivo è quello di valorizzare l’arte mica di denigrarla o di tornare indietro - sottolinea Morgan - noi vogliamo evolvere non involvere. E’ questo che mi ha spinto a creare una chat parallela che si chiama 'Mistero della cultura'. Sgarbi dice che ne ho creata una pieno di rabbia? Non c’è nessuna rabbia nella mia chat parallela, anzi, il contrario. Tra l’altro nella nuova chat ho inserito anche Vittorio''.

"Il clima che si era creato nella chat 'Rinascimento e dissoluzione' con Politi era diventato insostenibile - spiega ancora Morgan - C’erano continui scontri tra lui e Sgarbi che hanno coinvolto anche me. Mi sono beccato un sacco di insulti. La mia chat parallela sembra una biblioteca, quell’altra un cortile. Di chat ne ho fatte tante - racconta - per me sono gruppi di lavoro. Non c’è nessuna contrapposizione tra la mia chat e 'Rinascimento e dissoluzione' - ribadisce il cantante - voglio un clima pacato ed edificante tutto qui. Io e Vittorio siamo due uomini di arte, di pensiero e di spettacolo allo stesso tempo perché l’arte è pensiero e spettacolo - continua il cantante - Il problema vero è che l’Italia è un osso duro. E' difficile riuscire a realizzare velocemente e senza ostacoli quello che è il nostro obbiettivo è cioè risollevare le sorti culturali e iniziare ragionare in termini protettivi verso l’artista e verso l’arte, perché ci si scontra con una mentalità molto antiquata, problematica e atrofizzata. Sono troppi anni che non si valorizza l’arte'', conclude Morgan.

(di Enzo Bonaiuto e Alisa Toaff)

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza