cerca CERCA
Giovedì 08 Dicembre 2022
Aggiornato: 00:06
Temi caldi

Lo studio: il matrimonio allunga la vita dei malati di tumore

11 aprile 2016 | 19.39
LETTURA: 2 minuti

alternate text
(Xinhua)

Insolito effetto protettivo del matrimonio. Sembra infatti che essere sposati favorisca la sopravvivenza dei malati di tumore: chi può contare sul supporto di un marito o di una moglie, infatti, ha più chance di sopravvivere alla malattia rispetto ai pazienti soli. E' quanto emerge da uno studio dell'University of California, condotto su quasi 800mila persone negli Stati Uniti con una diagnosi di tumore tra il 2000 e il 2009. Ebbene, i tassi di mortalità tra i pazienti non sposati sono più alti, si legge sul 'Telegraph', con una differenza particolarmente marcata tra gli uomini single.

Se a spiegare questo effetto è in parte anche il fatto che le persone sposate negli Usa hanno una migliore assicurazione sanitaria, i ricercatori hanno scoperto che la chiave della protezione 'matrimoniale' sta nel 'supporto sociale'. Secondo Maria Elena Martinez, leader della ricerca, gli oncologi "dovrebbero essere consapevoli dell'aumento della mortalità fra gli uomini non sposati", indagando sulla possibilità di appoggiarsi a qualcuno per un sostegno fisico ed emotivo durante il trattamento. Ma anche del fatto che le donne "tendono più degli uomini a chiedere aiuto per problemi di salute, e che proprio le donne tendono a ricordare ai mariti di andare dal medico e di fare una vita sana".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza