cerca CERCA
Domenica 14 Agosto 2022
Aggiornato: 13:51
Temi caldi

Loew avverte il Brasile: "Loro sono super, ma Germania vuole la finale"

07 luglio 2014 | 12.45
LETTURA: 4 minuti

La Mannschaft, per la quarta volta di fila tra le 'top 4' della Coppa, vuole rovinare la festa ai padroni di casa. Il tecnico tedesco: "Vogliamo giocare al Maracanà il 13 luglio"

alternate text

"Il Brasile senza Neymar è ancora più temibile. Ma noi non abbiamo ancora finito, vogliamo giocare al Maracanà il 13 luglio". Joachim Loew e la Germania sono pronti a sfidare la selecao. Domani, a Belo Horizonte, va in scena la prima semifinale dei Mondiali di Brasile 2014. La Mannschaft, per la quarta volta di fila tra le 'top 4' della Coppa, vuole rovinare la festa ai padroni di casa. Il Brasile di Luiz Felipe Scolari scenderà in campo con 2 gravi assenze: mancano Neymar, ko con una vertebra fratturata, e Thiago Silva, out per squalifica.

"La partita sarà uno spettacolo, qualcosa di speciale e di magnifico. Non vedo l'ora che cominci, lo stesso vale per la squadra e, credo, per tutti i tedeschi", dice Loew al sito della federcalcio tedesca. "Una cosa è certa, vogliamo tornare a giocare al Maracanà di Rio de Janeiro, il 13 luglio", aggiunge cerchiando sul calendario la data della finale: "Non abbiamo ancora finito".

Guai a pensare che, complici le disavventure occorse ai verdeoro, la strada verso la finale sia in discesa: "Sappiamo quanto sia forte il Brasile. I padroni di casa sono i favoriti dall'inizio, i giocatori si sono adattati a questa situazione. La selecao ha dimostrato già lo scorso anno, nella Confederations Cup, di saper rispondere alle aspettative. La pressione non ha paralizzato la squadra", afferma Loew.

"E' positivo che la Nazionale di casa abbia fatto tanta strada nel torneo, ma noi arriviamo all'appuntamento con tanta fiducia. Siamo cresciuti nel corso del torneo, siamo solidi a livello fisico e mentale. La sfida sarà equilibrata, a decidere saranno i dettagli", aggiunge prima di soffermarsi sull'assenza di Neymar.

"Mi dispiace moltissimo, è un grandissimo calciatore. Mi dispiace per lui, per la squadra, per l'intero paese. Mi auguro che possa tornare a giocare prestissimo e che possa gestire in maniera positiva questa situazione sfortunata. Ai Mondiali, tutti vogliono vedere i migliori giocatori. I calciatori vogliono confrontarsi con i rivali più forti", osserva Loew.

"Il Brasile purtroppo deve fare a meno di due degli elementi più importanti, ma sarà in grado di rimpiazzarli. Quando si incassa un duro colpo, si trovano energie supplementari. Nessuno dovrebbe pensare che il nostro compito diventerà più facile graie all'assenza di Neymar. Anzi, sarà il contrario. La squalifica di Thiago Silva, poi, sarà l'occasione per dimostrare quanto sia forte la rosa del Brasile. Scolari può schierare un giocatore come Dante, non vedo un calo della qualità nella squadra", dice riferendosi al difensore del Bayern Monaco.

Ancor prima di chiudere l'avventura in Brasile, la Germania ha già centrato un obiettivo. La Mannschaft si appresta a scavalcare la Spagna e ad issarsi in vetta al ranking Fifa. "Per me non è particolarmente importante al momento", dice Loews. "Abbiamo vinto 28 delle 31 partite dal 2010? Non ci ho pensato, ma ovviamente mi fa piacere. Con il nostro gioco e con tante vittorie possiamo rendere felici i tifosi.E' andata così anche nella grandi competizioni", dice ricordando il curriculum della sua selezione.

"Nelle ultime 4 edizioni dei Mondiali, la Germania è sempre arrivata in semifinale. Questo è un segno di continuità, la squadra si esprime da anni a livello alto". E adesso può arrivare sul tetto del mondo.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza