cerca CERCA
Venerdì 21 Gennaio 2022
Aggiornato: 16:32
Temi caldi

Lombardia: Cdi, mostra fotografica sul 'dietro le quinte' della Scala

15 maggio 2014 | 17.31
LETTURA: 3 minuti

Milano, 15 mag. (Adnkronos Salute) - Al Centro diagnostico italiano di Milano dal 20 maggio al 31 ottobre sarà possibile visitare gratuitamente la mostra fotografica 'Andiamo all'opera! Come si costruisce uno spettacolo', realizzata da Fondazione Bracco in collaborazione con l'Accademia del Teatro alla Scala, che consentirà di conoscere il mondo che si cela dietro le quinte e che opera affinché sul palcoscenico si ripeta, ad ogni rappresentazione, la magia del teatro. In occasione dell'inaugurazione, prevista per le 18.30 di martedì 20 maggio, allievi del corso per truccatori e parrucchieri faranno una dimostrazione di trucco teatrale.

Attraverso una quarantina di immagini articolate in 5 sezioni - spiega il Cdi in una nota - gli allievi del Corso per fotografi di scena dell'Accademia scaligera riescono a far comprendere come un'idea, un progetto teatrale si possa trasformare in uno spettacolo: dalla costruzione delle scene alla confezione dei costumi, dalla preparazione del trucco degli artisti alla loro vestizione, dalle prime prove fino alla realizzazione dello spettacolo in scena. Le immagini restituiscono l'atmosfera del backstage, la frenesia degli ultimi istanti prima dell'uscita in palcoscenico. Gli scatti ripercorrono le fasi di preparazione e realizzazione di alcuni degli spettacoli degli allievi dell'Accademia, la scuola nata nel 2001 in seno alla tradizione artistica del Teatro milanese, che prepara tutti i professionisti dello spettacolo: dagli artisti ai tecnici di palcoscenico, fino ai manager.

Ogni sezione della mostra (scenografia, sartoria, trucco, dietro le quinte, in scena) è introdotta da un pannello costituito da 9 immagini a cui fanno seguito 4 foto stampate su grande formato, di grande impatto visivo ed emozionale. Fanno da raccordo alle varie sezioni citazioni di celebri artisti. Nella sezione dedicata alla sartoria spicca un lavoro di ricostruzione ad opera degli allievi del Corso per sarti dello spettacolo: sono infatti esposti due dei costumi disegnati da Lila de Nobili, che Maria Callas indossò per La Traviata, firmata da Luchino Visconti nel 1955 al Teatro alla Scala, andati perduti in circostanze ancora oggi non chiarite e che sono stati filologicamente ricostruiti dagli allievi. In mostra, accanto a foto storiche di Maria Callas, le immagini che documentano il lavoro di confezione.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza