cerca CERCA
Domenica 17 Gennaio 2021
Aggiornato: 14:48

Lotteria degli scontrini, ecco i premi

07 ottobre 2019 | 14.07
LETTURA: 2 minuti

Al via dal primo gennaio 2020. Previste vincite mensili, con montepremi da 10mila, 30mila e 50mila euro, e annuali, con un assegno da un milione di euro

alternate text
(Fotogramma)
(AdnKronos)

Dal primo gennaio 2020 partirà la 'lotteria degli scontrini', uno degli strumenti messi in campo dall'esecutivo per combattere l'evasione fiscale e reperire risorse in manovra. Alla lotteria potranno partecipare i consumatori che acquistano beni o servizi presso gli esercenti che effettuano la trasmissione telematica dei corrispettivi. E' quanto viene indicato nella Nota di aggiornamento del Def.

COME FUNZIONA - Introdotta con la legge di bilancio 2017 ma ancora non in vigore, la riffa statale prevede, nelle varie modifiche introdotte, anche un meccanismo che raddoppia le probabilità di vincita per chi utilizza la moneta elettronica. Per perfezionare la misura si è anche deciso di riservare il concorso esclusivamente ai maggiorenni residenti in Italia, che dovranno fornire il proprio codice fiscale al momento dell'acquisto e, di conseguenza, dell'emissione dello scontrino.

I PREMI - Tutti gli scontrini, a partire da un euro, danno la possibilità di partecipare alla lotteria ma all'aumentare della spesa il numero di biglietti 'virtuali' cresce in modo più che proporzionale. Le vincite sono mensili, con montepremi da 10.000 euro, 30.000 euro e 50.000 euro, e annuali, con un assegno da un milione di euro; mentre dal 2021 dovrebbero essere introdotte anche delle estrazioni settimanali. E' prevista anche la creazione di un portale web, con informazioni sul regolamento, il calendario delle estrazioni, e informazioni personali del consumatore (come le vincite associate ai propri scontrini). Le vincite saranno comunicate via posta elettronica o con una raccomandata.

NEGLI ALTRI PAESI - In Europa la lotteria degli scontrini è stata già sperimentata da Malta, Portogallo, Romania e Slovacchia con esiti diversi, ma con il comune obiettivo di ridurre il gap Iva cioè la differenza tra l'imposta effettivamente incassata dall'Erario e il gettito previsto.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
L´ informazione continua con la newsletter

Vuoi restare informato? Iscriviti a e-news, la newsletter di Adnkronos inviata ogni giorno, dal lunedì al venerdì, con le più importanti notizie della giornata

Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza