cerca CERCA
Domenica 26 Settembre 2021
Aggiornato: 08:33
Temi caldi

Lucano: "Fermeremo l'onda nera che avanza"

13 maggio 2019 | 14.48
LETTURA: 5 minuti

L'intervento dell'ex sindaco pro migranti di Riace alla Sapienza di Roma tra il sit-in antifascista e quello di Forza Nuova (VIDEO/FOTO). Ragazzo schiaffeggiato da militante destra, Fn: "Sì, siamo stati noi"

alternate text
(Foto Adnkronos)

"Sono qui tra voi e uno di voi. Siamo l'onda rossa che contrasta quella nera che ci sta oscurando". Così Mimmo Lucano, ex sindaco di Riace ai ragazzi in presidio davanti alla Sapienza per accoglierlo (VIDEO/FOTO). "Sono commosso, non ho fatto nulla di speciale - ha detto mentre gli altri intonavano 'siamo tutti Mimmo Lucano' - sono solo rimasto uno che ha inseguito un sogno di umanità, di democrazia, il sogno di tutti noi. Che continuerà, in questo clima di divisione, di odio che il ministro dell'Interno ha contribuito a creare - ha aggiunto -. Bisogna costruire una società più umana, diffondere messaggi di maggiore uguaglianza sociale, di libertà, di democrazia dove conta il popolo" ha concluso entrando alla Facoltà di Lettere alla Sapienza, scortato da polizia e sostenitori, e accompagnato dal sottofondo di 'Bella ciao'.

"Non mi immaginavo mai un'accoglienza simile, mi sono emozionato" ha commentato all'Adnkronos al termine del suo intervento durato più di un'ora. "C'erano così tanti giovani... si è creata empatia. Oggi è stata davvero una giornata di luce e umanità". "Ieri, oggi, domani il mio vuole essere solo un messaggio di umanità", dice Lucano commosso per la solidarietà diffusa, "anche rispetto alla mia vicenda giudiziaria". E' incredulo quando sottolinea come un piccolo comune della Calabria, Riace, "sia diventato un simbolo di resistenza", di accoglienza e condivisione "contro degrado, atteggiamenti che alimentano odio, divisioni e denigrazione solo per propaganda elettorale", aggiunge Lucano. "La storia ci insegna che il viaggio e lo scambio fanno parte dell'esperienza umana e la Calabria è una terra che può offrirne un esempio", conclude Lucano annunciando che mercoledì prossimo sarà ospite all'università di Cosenza.

IL SIT-IN ANTIFASCISTA E DI FORZA NUOVA -"Mimmo Lucano è un campione di umanità e noi siamo qui per lui" urlano al megafono i manifestanti davanti alla Sapienza. "Forza Nuova è appena scesa dalla metro Castro Pretorio, a questi 20 c...ni vogliamo dire 'venite qui, vi aspettiamo. Non abbiamo paura". I militanti di Forza Nuova si sono riuniti davanti alla biblioteca per poi muoversi verso la Sapienza (VIDEO). "Siamo tutti antifascisti" è il coro che si leva."I fascisti qui la parola non la prenderanno mai" prende la parola uno studente aggiungendo che "al Rettore non frega niente se non dell'ordine pubblico. Siamo qui in tanti e siamo determinati". "Non me sta bene che no", si legge nei cartelli e si sente dai megafoni, riprendendo le parole del 15enne Simone che a Torre Maura affrontò il responsabile di Casapound per il Lazio Mauro Antonini in strada per protestare contro i rom nel centro di accoglienza del quartiere.

"Sono qui per portavi un saluto da Senada (la mamma rom di Casal Bruciato) chiusa in casa per colpa di quei s.. di Casapound. Siamo qui per Mimmo Lucano che dovrebbe avere il Nobel per la pace". "10,100,1000 Acca Larenzia", urla un attempato manifestante dalla piazza. E poi "Fascista se te pio te sfascio", "Fascisti carogne tornate nelle vostre fogne, noi siamo qui. Con loro ci torni anche Salvini".

RAGAZZO SCHIAFFEGGIATO DA MILITANTE DI DESTRA - 'Siamo stati noi'. Forza Nuova risponde all'Adnkronos ammettendo la propria responsabilità in relazione al ragazzo schiaffeggiato nei pressi dell'ingresso della biblioteca nazionale a Castro Pretorio, dove i militanti di estrema destra sono stati costretti a fermarsi dagli agenti in ordine pubblico per scongiurare lo scontro davanti alla Sapienza, dove si manifestava in solidarietà di Mimmo Lucano. "Un compagno si è infiltrato nel nostro corteo e, una volta in testa, - spiega il militante di Forza Nuova - ci ha insultati chiamandoci 'merde' davanti alle guardie".

ZINGARETTI - "Oggi alla Sapienza profumo di riscatto e libertà" twitta il segretario del Pd Nicola Zingaretti. L'odio non può governare l'Italia e verrà sconfitto #MimmoLucano".

LEU - "Siamo qui per ribadire i principi della Costituzione, i valori della solidarietà e della libertà, quell'Italia che dobbiamo difendere e promuovere" ha detto all'Adnkronos l'onorevole Stefano Fassina, di Leu, alla Sapienza come a Casal Bruciato. "Inammissibile la riorganizzazione di gruppi fascisti e, per esplicita ammissione del suo capo, Forza Nuova lo è - aggiunge - il fatto che voglia venire qui per impedire l'intervento di una persona come Mimmo Lucano, che sta pagando con la propria vita la capacità di aiutare chi è in difficoltà, é inaccettabile".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza