cerca CERCA
Martedì 25 Gennaio 2022
Aggiornato: 00:17
Temi caldi

Comunicato stampa

Ludovica Casellati lancia la prima edizione dell'Italian Green Road Award

23 giugno 2015 | 12.20
LETTURA: 4 minuti

alternate text

"La bicicletta è un modo di vivere, di socializzare di reinserire il viaggio nel paesaggio, di recuperare
 la misura del tempo e dello spazio, è uno dei mezzi di locomozione più emozionanti ed efficaci.
 E' sinonimo di libertà ed affida e commisura il viaggio alle gambe di chi pedala. L'Italia è bella in ogni suo angolo e ci sono luoghi visitabili solo sulle due ruote. Le vie verdi e le piste ciclopedonali cominciano ad essere sempre più numerose 
ma ancora poco conosciute.
L'Italian Green Road Award nasce dall'esigenza di valorizzare tutte le forme di turismo sostenibile e i percorsi ciclopedonali italiani per renderli noti al grande pubblico. Solo così potranno essere patrimonio di tutti"!

Così Ludovica Casellati direttore responsabile di Viagginbici.com, il Magazine del turismo sostenibile, annuncia la prima edizione del premio Italian Green Road Award da lei ideato, che avrà luogo durante la Fiera internazionale della bicicletta, il Cosmo Bike Show a Verona dall'11 al 14 Settembre 2015.

IL CICLOTURISMO E LA PROMOZIONE DEI TERRITORI

Per cicloturismo si intende il turismo in bicicletta, l'andare per territori senza alcuno scopo agonistico attraverso strade bianche o a scarso traffico o riservate esclusivamente alle bici. Il cicloturista si gode la natura, l'ambiente, la cultura, l'enogastronomia perché è un turista a bassa velocità, che vive i luoghi e tutto ciò che questi possono offrire, intensamente e approfonditamente. Questo tipo di turista non solo è sostenibile perché preserva l'ambiente ma è anche interessante per l'economia perché sceglie luoghi e direttrici che aiutano a valorizzare le realtà rurali. Anche le realtà che risultano marginali rispetto alle migrazioni turistiche di massa, hanno una ricaduta positiva sull'economia locale (alberghi, ristoranti, agriturismi, bed & breakfast, campeggi,ecc.) dal passaggio della Via Verde perchè essa favorisce la nascita di iniziative imprenditoriali turistiche locali. Il circolo virtuoso è il seguente: perché un territorio possa beneficiare del cicloturismo è necessario che si strutturi per accoglierlo.

L'Italian Green Road Award vuole proprio favorire questo circolo virtuoso mettendo in evidenza le "best practies" affinchè fungano da esempio.

L'Italia è ricca di Vie Verdi e in momenti come questi in cui l'economia è ferma forse pedalare può essere una grande risorsa. Ce lo dimostrano altri Paesi in cui le grandi ciclabili generano un fatturato notevole: quella del Danubio 71 milioni di euro l'anno tanto per citarne una.

IL PREMIO

Una giuria di opinion leader, giornalisti della stampa turistica e specializzata nel raccontare il mondo della bicicletta, unitamente ad altre voci della politica dell'ambiente e della società civile, esamineranno le Vie Verdi che ogni Regione riterrà di candidare e decreteranno: un Primo Premio assoluto, un secondo e un terzo alle vie verdi che avranno dimostrato di poter fungere da esempio alle altre. Una Menzione speciale potrà essere assegnata ad una Via Verde per una iniziativa, un evento o un particolare che la rende unica. La stampa coinvolta nella giuria e quella presente in fiera avrà la facoltà di assegnare ad una via Verde diversa il premio della Stampa.

Solo il primo vincitore assoluto però potrà usufruire del viaggio stampa messo in palio e che prevede l'organizzazione di un fine settimana lungo la Via Verde vissuto da un nutrito gruppo di giornalisti.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza