cerca CERCA
Mercoledì 20 Ottobre 2021
Aggiornato: 12:42
Temi caldi

Luiss e Gambero Rosso formano manager food&wine

10 giugno 2014 | 17.06
LETTURA: 5 minuti

Per offrire nuovi sbocchi occupazionali e per aiutare le imprese del settore a promuovere e valorizzare il patrimonio del nostro paese (video).

alternate text

Roma, 10 giu. (Labitalia) - Formare i futuri manager del food e wine (video). Per offrire nuovi sbocchi occupazionali e per aiutare le imprese del settore a promuovere e valorizzare il patrimonio del nostro paese, che è anche uno dei principali vettori dello sviluppo turistico-territoriale a livello internazionale. E' l'obiettivo dei due master promossi in collaborazione da Luiss Business School e Gambero Rosso, a partire da settembre. La partnership è stata presentata oggi, a Roma, nel corso di un convegno che si è svolto presso la sede dell'ateneo, alla presenza del direttore della Luiss School of business and management, Paolo Boccardelli, e del presidente del Gambero Rosso, Paolo Cuccia, oltre che di rappresentanti delle organizzazione di settore.

Il progetto prevede un master di secondo livello dedicato a laureati e un master professionale per gli operatori del settore che vogliano inserirsi in realtà aziendali competitive nel territorio italiano e proiettate nel mercato globale, per acquisire competenze e favorire la crescita e l'internazionalizzazione delle imprese dell'agroalimentare e dell'enogastronomia.

Le lezioni, tenute dai migliori docenti e da esperti con comprovata esperienza, si pongono l'obiettivo di aggiornare e fornire una metodologia che alterna teoria e pratica così da permettere un percorso di crescita completo per favorire l'immediata conversione delle nuove conoscenze apprese in capacità operative di alto profilo.

"Siamo onorati di questa associazione - afferma a Labitalia il presidente di Gambero Rosso, Paolo Cuccia - con una delle più prestigiose università del Mediterraneo. Il tema del made in Italy in generale e in particolare quello dell'agroalimentare e dell'ospitalità sono fonte di grande attrazione internazionale ma ancora non diventano industria e sistema in un paese come il nostro che è di nicchia ma ha bisogno di un salto culturale e di internazionalizzazione. La Luiss si è dimostrata sensibile, come lo è da anni in tanti campi, a questo tema e in particolare alla formazione dei laureati ma anche dei tanti professional. Il passo indispensabile per continuare a crescere è proprio l'aspetto formativo. La Luiss è il luogo della formazione ed è legata alla formazione di impresa e il Gambero Rosso porta il suo bagaglio di formazione professionale sul campo. Confidiamo, quindi, che questo matrimonio faccia del bene alle nostre imprese e al nostro paese".

"La nostra università - sottolinea il direttore della Luiss School of business and management, Paolo Boccardelli - ha identificato nel food, nell'agroalimentare e in tutti i servizi connessi a questo sistema un settore di grande importanza per l'economia del paese, e con grandi potenzialità di sviluppo. Il vero anello mancante è la professionalità di imprenditori, manager e specialisti che possano traghettare questo sistema verso un modello di business coerente con la domanda del mercato globale. Questa è la sfida che abbiamo voluto cogliere. L'idea di fondo è che la tradizione si debba sposare con l'innovazione nei mercati, con le tecnologie e la possibilità di cogliere bisogni di mercati anche emergenti. Per questo, servono manager preparati. E, tra l'altro, i corsi si rivolgono anche a studenti stranieri".

Nello specifico, il Master in Food & Wine Management, della durata di 12 mesi, con partenza a marzo 2015, nasce per formare manager che sappiano coniugare le tecniche di marketing, finanza e produzione. E' rivolto a neolaureati provenienti da qualsiasi disciplina, con comprovata conoscenza della lingua inglese, che vogliano acquisire competenze specifiche per operare nel settore del food&wine. Il master è strutturato in tre moduli didattici (management, food management, wine management), che, a partire dall'analisi del contesto competitivo e industriale di riferimento, affrontano le principali tecniche per la competizione e gestione nei business del settore. L'articolazione didattica del programma prevede un mix di lezioni frontali, simulazioni e business case tenuti.

L'altro, l'Executive Master in Food & Wine Management, è un corso professionale dedicato ai ristoratori, ai futuri gestori e titolari di azienda e ai manager di hotel, dunque a operatori del settore che hanno maturato un'esperienza e che vogliano acquisire nuove competenze manageriali da impiegare direttamente nelle proprie attività. Il master, che partirà a settembre, è strutturato nei 3 moduli didattici del management, food management e wine management, per affrontare le diverse tematiche di studio e attività gestionale e manageriale. Anche in questo caso, l'articolazione didattica del programma formativo prevede lezioni frontali e attività di simulazione in business case.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza