cerca CERCA
Lunedì 21 Giugno 2021
Aggiornato: 00:15
Temi caldi

Facebook

L'Unità, appello di Staino su Fb: "Oggi sapremo se il giornale avrà un domani"

02 febbraio 2017 | 12.05
LETTURA: 2 minuti

alternate text
(Fotogramma)

"Dopo 93 anni, oggi sapremo se l’Unità avrà ancora un domani". Lo scrive in un post su Facebook Sergio Staino, fumettista e condirettore del giornale fondato nel 1924 da Antonio Gramsci e diventato organo di stampa del Partito democratico, dopo essere stato la voce ufficiale di PCI, PDS e DS.

Oggi - afferma il disegnatore - l’assemblea dei soci della Unità Srl deciderà se "dare sostegno a questo giornale e ai suoi lavoratori attraverso una ricapitalizzazione seria o se, invece, questo progetto verrà liquidato miseramente".

Il direttore de l'Unità ricorda le origini della storica testata: "Era di febbraio anche nel 1924 quando questo giornale venne fondato. Antonio Gramsci, l’uomo che odiava gli indifferenti, nella lettera al Comitato Esecutivo del Partito Comunista d'Italia lo descrisse come 'un giornale di sinistra. Io propongo come titolo l'Unità puro e semplice che sarà un significato per gli operai e avrà un significato più generale'".

"Avevamo chiesto ai nostri lettori di starci vicini in questi faticosi giorni, in attesa del primo febbraio. Così è stato. Sono arrivate lettere, mail, telefonate a centinaia. C’è chi ha offerto addirittura denaro, chi si è proposto per una distribuzione militante", sottolinea Staino, invitando i lettori a rilanciare i propri appelli tramite la mail 'amici@unita.it'.

"Qualunque cosa accada, non perdiamoci di vista. Questo - aggiunge il disegnatore - è un patrimonio che non vogliamo, possiamo smarrire. Quel patrimonio siete voi, la nostra gente".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza