cerca CERCA
Martedì 27 Luglio 2021
Aggiornato: 21:02
Temi caldi

Lupo ucciso a Semproniano, ricompensa Lav a chi fornisce notizie

28 luglio 2014 | 18.08
LETTURA: 2 minuti

5.000 euro a chi darà notizie utili alla condanna dei responsabili

alternate text

La Lav ha messo a disposizione una ricompensa di 5.000 euro a chi fornirà notizie utili alla condanna dei responsabili dell'uccisione di un esemplare di lupo avvenuta ieri a Semproniano (Grosseto) e di qualunque altro esemplare della stessa famiglia o di canide ucciso da marzo 2013 ad oggi nel grossetano.

Risultano 11 gli animali uccisi finora. Uccisioni punibili in base all'articolo 544-bis del codice penale con la reclusione fino a due anni e che possono anche configurare il reato di furto venatorio. La situazione che si sta verificando in Maremma "non ha finora portato a nessuna imputazione né si è a conoscenza dello sviluppo delle indagini in merito".

"Per questo la Lav - si legge in una nota - scriverà al procuratore capo della repubblica di Grosseto, sollecitando un'azione investigativa che permetta di mettere fine a una strage che si sta portando avanti con modalità da crimine organizzato da parte di ignoti".

"E' difficile credere - dichiara Massimo Vitturi, responsabile nazionale Lav, settore caccia e fauna selvatica - che nessuno sul territorio abbia elementi che possano aiutare a individuare i colpevoli in una scia di sangue così lunga che prosegue da oltre un anno". "Il lupo lasciato cadavere a Semproniano - denuncia - è l'ennesima vittima che non può restare impunita, né possono restarlo le vittime precedenti".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza