cerca CERCA
Giovedì 13 Maggio 2021
Aggiornato: 17:44
Temi caldi

M5S, Di Battista: "Quadro da film horror, partita rappresaglia contro di me"

12 febbraio 2021 | 15.15
LETTURA: 2 minuti

Affondo dell'ex pentastellato su Facebook: "Attacchi dai giornali berlusconiani perché metto in fila i fatti"

alternate text
(Fotogramma)

"È partita la 'rappresaglia' mediatica contro di me dai giornali berlusconiani". È la denuncia di Alessandro Di Battista su Facebook, all'indomani del suo annuncio relativo al ventilato addio al Movimento 5 Stelle.

Leggi anche

"Per quale ragione? Per articoli come questo! - scrive Di Battista condividendo un suo articolo per Tpi dal titolo 'Memoria dell'Italia moderna: storia della condanna di Dell'Utri' - Qui ho messo in fila fatti. Solo fatti provati e sentenze. Il quadro è da film horror. Soprattutto in virtù del fatto - sottolinea l'ex pentastellato - che un partito come Forza Italia (nato con determinati presupposti, con determinate relazioni e con determinati obiettivi), probabilmente, nelle prossime ore, tornerà al governo del Paese".

Quanto al governo Draghi, dice intercettato sotto casa dai giornalisti, qualora "dovesse fare delle cose buone io le sosterrò. A me interessa il bene dei cittadini e in particolare della classe media".

Nessuna frizione con l'amico di tante battaglie Luigi Di Maio: "L'ho sentito, i rapporti sono molto buoni e sereni. Gli faccio un imbocca al lupo. Luigi sa perfettamente come la penso io, non c'è nessun tipo di rancore". Ma con il Movimento "una bellissima storia d'amore finisce. Sono molto tranquillo, sono convinto delle mie idee. Ho preso una decisione coerente con quello che sono io".

"Adesso - chiarisce - non ho alcun futuro politico, scrivo e faccio le mie battaglie. Sono tre anni che faccio le mie battaglie fuori dal Parlamento", aggiunge. "Gli iscritti che hanno votato no al governo Draghi? Sono uno di loro, non sono il capo di nessuno", prosegue Di Battista. E a chi gli chiede se ci siano parlamentari pronti a seguirlo, l'ex deputato risponde: "Non ne ho idea, ognuno ha le proprie responsabilità. Casaleggio? Mi fanno piacere gli attestati di stima. Io ho le mie idee, non posso far altro che farmi da parte. Un governo con tutti questi partiti che ho contrastato non è una cosa buona per l'Italia".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza