cerca CERCA
Venerdì 25 Giugno 2021
Aggiornato: 08:05
Temi caldi

1 / 4
M5S-Rousseau, ancora scontro su iscritti

18 maggio 2021 | 18.39
LETTURA: 6 minuti

Il Movimento su Facebook: inaccettabile che un soggetto privato possa tentare di ostacolare l'attività di una forza politica del Parlamento e di governo. Associazione Rousseau: da Crimi forzatura inaccettabile

alternate text
(FOTOGRAMMA)

"Oggi è successo un fatto gravissimo. Il Movimento 5 Stelle la scorsa settimana ha ordinato, in conformità a legge, all'Associazione Rousseau, responsabile del trattamento dei dati, di restituire al M5S i dati relativi agli iscritti del Movimento, diffidandola dal continuare ad utilizzarli, indicando il termine di 5 giorni per organizzarsi e provvedere alla restituzione. Oggi, decorso tale termine e previa ulteriore comunicazione di conferma, i nostri esperti informatici e periti forensi si sono recati presso gli uffici dell'Associazione Rousseau per ricevere i dati in consegna. Purtroppo, l'Associazione Rousseau, non ha provveduto alla consegna e ciò è oggettivamente grave e palesemente illegittimo". Lo rende noto il M5S in un post su Facebook.

"In tale modo l'Associazione Rousseau cerca di ostacolare e di rinviare, come già da tempo, la possibilità per gli iscritti del movimento di esercitare i propri diritti associativi e di esprimersi sul nuovo progetto politico" attacca il M5S. Che aggiunge: "Chi ha rallentato questo processo si assumerà tutte le responsabilità nelle sedi giudiziali penali, civili e amministrative per il danno che sta causando al Movimento 5 Stelle".

"È inaccettabile che un soggetto privato possa tentare di ostacolare l'attività di una forza politica del Parlamento e di governo, accampando pretestuose e incomprensibili motivazioni, anche di natura economica - si legge -. I dati degli iscritti, nei prossimi giorni, torneranno nella disponibilità del Movimento 5 Stelle, questo è certo! I dati degli iscritti sono essenziali per consentire l'esercizio della partecipazione e della democrazia diretta, che oggi è impedito da questo grave ostruzionismo".

ROUSSEAU - "In riferimento alle dichiarazioni del MoVimento 5 Stelle si precisa che oggi pomeriggio si è verificata una imbarazzante “sceneggiata” messa in atto da parte dell’ex reggente Vito Crimi insieme al Tesoriere Claudio Cominardi che hanno inviato tre persone presso la sede dell’Associazione Rousseau per “requisire” i dati degli iscritti del MoVimento 5 Stelle" fa sapere l'associazione Rousseau in una nota.

"A suonare il campanello i tre emissari avranno trovato ad attenderli un ufficio vuoto dal momento che, come risaputo, i dipendenti di Rousseau sono in cassa integrazione a causa proprio di due decisioni di Vito Crimi - e di chi ha agito al suo fianco - ossia di sospendere il pagamento dei servizi che vengono erogati dall’Associazione Rousseau al MoVimento 5 Stelle e di non procedere neanche al pagamento del pregresso ed ingente debito che il MoVimento ha nei confronti dell’Associazione Rousseau", prosegue Rousseau.

"Questa immagine che, si muove tra l’assurdo e il ridicolo, racconta plasticamente la gestione degli ultimi 15 mesi in cui ha agito il MoVimento 5 Stelle attraverso una guida non eletta democraticamente", prosegue la nota.


Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza