cerca CERCA
Domenica 29 Gennaio 2023
Aggiornato: 17:33
Temi caldi

Macabra scoperta Roma, nel 2011 il caso del cadavere mutilato

16 agosto 2017 | 11.55
LETTURA: 2 minuti

alternate text
(FOTOGRAMMA) - (FOTOGRAMMA)

La macabra scoperta a Roma, dove le gambe, presumibilmente di una donna, sono state trovate in un cassonetto in viale Maresciallo Pilsudski, fa tornare alla mente l'agghiacciante ritrovamento di un cadavere mutilato avvenuto, sempre nella Capitale, ormai sei anni fa.

E' l'8 marzo del 2011 quando un corpo di donna, in avanzato stato di decomposizione, senza testa né gambe, viene trovato dalla polizia in un campo all'Ardeatina all'altezza di via Porta Medaglia. Ad avvistare il cadavere un camionista che stava percorrendo la strada, una via isolata, circondata dai campi.

I primi risultati dell'autopsia, un lavoro complicato per le condizioni del corpo, rivelano che la donna è stata colpita da tre coltellate, una al cuore, una alla schiena e una al collo e che ha cercato di difendersi.

Un autentico giallo per gli investigatori riuscire a dare un nome alla vittima, tanto che vengono diffuse anche alcune foto con dettagli come le unghie rotte e smaltate di rosso, il giubbotto nero con la zip, la maglietta e il particolare del bottone del gilet, per cercare di identificarla.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza