cerca CERCA
Lunedì 20 Settembre 2021
Aggiornato: 16:36
Temi caldi

Calcio: Macclesfield Town, crowdfunding per comprare Sterling

13 giugno 2015 | 12.57
LETTURA: 2 minuti

Il club dilettantistico organizza una raccolta fondi per trovare i 50 milioni di sterline necessari per il talento del Liverpool

alternate text

Il Macclesfield Town, squadra che milita nella quinta divisione inglese, si è aggiunto alla corsa per Raheem Sterling, talentuoso giocatore del Liverpool al centro di una selvaggia asta di mercato. Il Manchester City aveva avanzato, giovedì, un'offerta di 25 milioni di sterline per l'esterno inglese, ma i Reds hanno fatto sapere di volerne 50.

Così, il Macclesfield, ha deciso di provare a partecipare all'asta in una maniera molto particolare: il club ha aperto, online, un'inserzione per il raccolta fondi chiedendo aiuto ai propri tifosi per raggiungere l'astronomica cifra. La squadra, per invogliare gli 'investitori', ha mostrato anche di avere una base di partenza. Quanto? Ben cinque sterline. Difficile pensare che la società possa raccogliere le restanti 49.999.995 sterline in tempo per la chiusura del mercato, ma non si può dire che non ci abbiano provato.

Del resto dalle parti di Macclesfield non sono nuovi a manifestazioni di humor. Il 3 giugno, dopo lo scandalo corruzione che ha scatenato un terremoto dalle parti della Fifa lo stesso club dilettantistico inglese aveva avanzato la propria candidatura a città ospitante per i campionati del mondo 2026. "Dopo intense discussioni con le autorità rilevanti, la città lancerà la sua candidatura ufficiale per la prestigiosa competizione", recitava un comunicato apparso sul sito della squadra. La nota spiegava anche quali strutture avrebbero ospitato gli atleti, in quali campi si sarebbero disputati gli incontri e quali sarebbero state le spese totali. Alla voce 'spese' ce n'era anche una particolare: 55 euro di omaggio alla Fifa per ringraziare la federazione in caso di assegnazione del Mondiale.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza