cerca CERCA
Giovedì 02 Dicembre 2021
Aggiornato: 08:31
Temi caldi

Mafia: Dia Palermo sequestra beni per 5 milioni euro

30 dicembre 2014 | 08.09
LETTURA: 3 minuti

Beni per 5 milioni di euro sono stati sequestrati dalla Dia di Palermo, in esecuzione di un decreto del Tribunale-Sezione Misure di Prevenzione, all'imprenditore palermitano Francesco Ferrante, 54 enne palermitano. Il provvedimento, emesso a seguito di una proposta avanzata dal Direttore della Direzione Investigativa Antimafia, è scaturito "da una complessa ed articolata attività info-investigativa condotta dalla Dia palermitana, d'intesa con il Procuratore Aggiunto Bernardo Petralia, coordinatore del "Gruppo Misure di Prevenzione" della locale Procura Distrettuale Antimafia". L'attività ha evidenziato una "serie di elementi sufficienti a ritenere come Francesco Ferrante, in passato imprenditore edile, vivesse con i proventi di tali illecite attività". All'uomo è riconducibile un considerevole patrimonio immobiliare, "il cui valore risulta sproporzionato all’attività economica svolta e al reddito dichiarato", spiega la Dia. Ferrante, nel 2002, è stato condannato dalla Corte d’Appello di Bologna, con sentenza divenuta definitiva nel 2005, ad 8 anni di reclusione, oltre 50 mila euro di multa e all’interdizione perpetua dai pubblici uffici, per detenzione di ingente quantità di sostanza stupefacente (12 kg di cocaina purissima).

Le vicende giudiziarie di Ferrante non sono isolate: lo stesso, sempre per reati di detenzione, acquisto e trasporto di stupefacenti, nel gennaio 2013 è stato condannato, dal Tribunale di Marsala (Trapani), a 4 anni e 20 giorni di reclusione e 18 mila euro di multa, con interdizione dai pubblici uffici per 5 anni. Tra i beni sequestrati figurano 23 immobili, abitazioni, ville e terreni, 7 veicoli e vari rapporti bancari e postali, per un valore complessivo di oltre 5 milioni di euro.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza