cerca CERCA
Domenica 14 Agosto 2022
Aggiornato: 00:08
Temi caldi

Mafia: Scotti, trattativa? Ognuno dia pezzettino verita' e giudici comporanno puzzle

29 maggio 2014 | 16.10
LETTURA: 3 minuti

"Ognuno dia un pezzettino di verita' e alla fine sara' la Corte d'assise di Palermo a comporre il puzzle...". L'ex ministro dell'Interno, Vincenzo Scotti risponde cosi' all'Adnkronos alla domanda se ha mai avuto conoscenza dell'esistenza di una trattativa tra Stato e mafia. Scotti, che oggi ha deposto per quasi sei ore, al processo che si celebra davanti alla Corte d'assise di Palermo, rispondendo alle domande dei pm Nino Di Matteo, Vittorio Teresi e Francesco Del Bene, ha ripercorso il periodo in cui era ministro dell'Interno. Il 17 maggio, cioe' appena cinque giorni prima della strage di Capaci, incontro' l'allora Commissione nazionale antimafia per parlare di un pericolo attentati. "Io chiesi in quell'occasione di fare una rilfessione politica sulle linee da seguire - dice prima di lasciare l'aula bunker del carcere Pagliarelli di Palermo - bisognava capire le strategie della politica antimafia e su quello poi misurarsi. Poi i giudici fanno il loro mestiere".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza