Home . Magazine . Cybernews . E-commerce vola, "va forte la consegna del cibo domicilio"

E-commerce vola, "va forte la consegna del cibo domicilio"

"Bene spesa online supermercato e consegna cibo domicilio"

CYBERNEWS
E-commerce vola, va forte la consegna del cibo domicilio

Immagine di repertorio (Fotogramma)

Il commercio on-line finalmente prende quota. Nel 2018 in Italia ha superato i 27,4 miliardi di euro (+16% rispetto al 2017). Gli acquisti online di prodotti crescono di 3 miliardi euro in 12 mesi. E se vola è anche grazie agli smartphone. Gli acquisti da cellulare, in crescita del 40% rispetto al 2017, spiegano dall'Osservatorio del Politecnico di Milano, superano quest'anno gli 8,4 miliardi di euro e costituiscono il 31% di questo tipo di transazioni (era il 25% nel 2017).


Il desktop del Pc, pur rimanendo il sistema preferito per fare shopping online, passa dal 67% del 2017 al 62% nel 2018. Si riduce anche l'incidenza degli acquisti da tablet, che passano dall'8% al 7%.

"Si compra, ancora, soprattutto, al Nord, con il 56%, mentre al Centro e al Sud, con le isole, restiamo su percentuali più basse: rispettivamente il 23% e il 21%" dice all'Adnkronos Riccardo Mangiaracina, responsabile scientifico dell'Osservatorio eCommerce B2c Netcomm del Politecnico di Milano.

"L'incremento dell'e-commerce italiano è frutto di dinamiche differenti. Da un lato i prodotti continuano a crescere con un ritmo sostenuto (+25%), spinti dagli ottimi risultati di diversi comparti". Tra questi il 'food', che sta andando benissimo e "traina con un 40%" anche perché, spiega Mangiaracina, "si sta ampliando l'offerta nelle diverse città". "All'interno c'è la spesa online dal supermercato, il cosiddetto food delivery, ossia la consegna di cibo pronto a domicilio - i vari Foodora, Deliveroo, Glovo e UberEats - e l'enogastronomia, per esempio prodotti tipici, vino e capsule del caffè, ambito che cresce meno perché si era già diffuso in passato".

"Dall'altro lato ci sono i servizi - turismo, assicurazioni, biglietti per eventi - che, entrati in una fase di maturità, nel 2018 hanno rallentato la crescita (+6%)". Tra i settori del futuro, oltre al food delivery, l'arredamento home design, la cosmetica, i giocattoli e gli accessori auto. Per il 2019 si punta, però, sugli acquisti ricorrenti, conclude Mangiaracina "perché il cellulare lo compri una volta ogni tre anni, quattro anni", dove si guadagna è sul "cibo", l'inarrestabile "ormai anche ovunque in televisione con programmi dedicati 'food'".



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.