Cerca

Fendi riapre le porte del suo Palazzo con Zuma e sette suite di lusso

MODA
Fendi riapre le porte del suo Palazzo con Zuma e sette suite di lusso

A 2819

Dopo il restauro della Fontana di Trevi e l'inaugurazione del nuovo headquarter al palazzo della civiltà dell'Eur, i primi di dicembre Fendi tornerà ad aprire le porte del suo Palazzo a Roma, in Largo Goldoni. Completamente ristrutturato, l'edificio di cinque piani ospiterà la boutique Fendi più grande al mondo, con un atelier di pellicceria all'interno visibile dai clienti, il Palazzo Privé, un appartamento per ricevere vip e clienti più importanti disegnato da Dimore Studio, e Fendi Privates Suites, la prima boutique-hotel della maison romana, con sette suite al suo interno.


Inoltre, gli ultimi due piani del Palazzo saranno occupati da Zuma, il ristorante internazionale giapponese, che avrà anche una terrazza con vista sulla Città Eterna. Un restyling, quello della griffe della doppia F, che è solo l'ultimo di una serie di traguardi raggiunti dalla maison satellite del polo del lusso LVMH nella Capitale, che 90 anni fa le diede i natali. "Palazzo Fendi non solo sarà la nostra più grande boutique nel mondo, è molto più di un negozio - afferma Pietro Beccari, presidente e amministratore delegato della casa di moda - E' un punto di svolta, emblema e simbolo del nostro dna".

"Non vi è nessun altro posto al mondo dove si potrà capire così facilmente la nostra chiara e del tutto personale visione del lusso - conclude Beccari - Una volta visitato il Palazzo, la percezione della nostra maison cambierà completamente". L'edificio, nel suo aspetto odierno, che accoglieva già dal 2004 la boutique e gli uffici della maison, è stato costruito nei primi anni del 1900 sulla base di un preesistente edificio risalente al 1700, e trasformato successivamente in una delle residenze della famiglia del Boncompagni-Ludovisi, una delle più antiche linee aristocratiche romane, che vanta tra i suoi antenati Papa Gregorio XIII.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.