Cerca

Gucci lancia seconda fase nuovo servizio 'Do it Yourself'

MODA
Gucci lancia seconda fase nuovo servizio 'Do it Yourself'

Gucci, servizio Do it yourself

Gucci lancia la seconda fase del servizio Diy (Do It Yourself) con una maggiore varietà di prodotti personalizzabili. Dopo il lancio del progetto che ha visto come protagonista la Dionysus Bag, l’attenzione si sposta verso un programma più ampio di personalizzazione che comprende abbigliamento maschile, giacche unisex e calzature uomo e donna. Il servizio Diy, lanciato durante la settimana della moda uomo di Milano, prevede un’area dedicata presso il flagship store Gucci di via Montenapoleone.


Tutte le giacche sono completamente intelate e sono disponibili varie silhouette per il giorno e per la sera per blazer, smoking e cappotti. Ad ogni cliente viene offerta un’ampia selezione di tessuti, bottoni, applicazioni e ricami con iniziali. La scelta della fodera rappresenta un passo fondamentale del processo. Gucci presenta un’ampia varietà di motivi in seta dai colori vivaci, che possono essere utilizzati per i dettagli interni della vita dei pantaloni, oltre che per le fodere delle giacche.

Una parte importante dell’iniziativa Diy si concentra sull’abbigliamento da sera, dove personalizzazioni ispirate al red carpet sono ora disponibili per la prima volta anche per i clienti. Ad elevare il livello di sartorialità sono inoltre le camicie classiche con diverse varianti di collo e polsini, una selezione di camicie in seta stampata e numerosi modelli di maglieria offerti in 14-gauge cashmere e in lana merino 21-guage. Simboli e monogrammi possono inoltre essere ricamati su capi in maglia e camicie.

L’offerta include giubbotti biker in pellami esotici e in vitello contraddistinti da borchie e decorazioni dipinte a mano. Gucci Diy comprende anche bomber unisex e giacche in denim. I bomber in seta sono disponibili nella versione reversibile, nei modelli con ricami e patch, e con diverse opzioni cromatiche monocolore. Le giacche in denim giapponese 14 oz. presentano due lavaggi e due vestibilità diverse. Possono essere foderate con seta o shearling e personalizzate con patch ricamati.

Il livello di personalizzazione disponibile dipende dalla tipologia di capo, ma oltre che a tessuti e colori l’attenzione viene posta sulla varietà di motivi applicabili. Patch e ricami si ispirano agli elementi simbolici di Gucci che includono serpenti reali, fiori e api. Questi motivi adornano discretamente i polsini o i colletti delle camicie, o vengono riportati su un ampio patch applicato sul retro di giacche sartoriali o in denim. Un grande patch con un monogramma può inoltre essere applicato a bomber, giacche in denim o in pelle. La scelta del modo in cui interpretare la visione estetica di Alessandro Michele è lasciata al cliente.

Oltre all’abbigliamento, il servizio Gucci Diy è disponibile per le calzature e, in molti casi, l’offerta è applicabile sia a modelli maschili che femminili. La nuova fase di Gucci Diy è celebrata con vetrine dedicate del flagship store di via Montenapoleone e con la presentazione di uno stemma inedito che raffigura due serpenti reali, una testa di tigre, un’ape, una corona e le parole ‘Do it yourself’. Inoltre, è presente un tavolo che illustra l’ampia selezione di materiali e colori disponibili per il Men’s Tailoring.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.