Cerca

Altaroma, il Portogallo protagonista in passerella

MODA
Altaroma, il Portogallo protagonista in passerella

ALTAROMA/S.Dragone - G.Palma / L.Sorrentino

Dal Portogallo con amore. Meglio se con indosso maglieria handmade, capi destrutturati, volumi oversize, influenze etniche, frange e tessuti patchwork. E' questo il leitmotiv di 'Portugal Fashion', sfilata collettiva delle 3 designer portoghesi Daniela Barros, Pé de Chumbo e Susana Bettencourt, realizzata da Altaroma in collaborazione con ANJE (Associazione Nazionale dei Giovani Imprenditori), e andata in scena oggi all'Ex Dogana di San Lorenzo, a Roma.


Un debutto nel calendario capitolino, quello di 'Portugal Fashion', tra i maggiori eventi dedicati al fashion della Penisola Iberica, a dimostrazione di come la creatività portoghese si stia evolvendo verso nuove frontiere geografiche ed espressive.

A inaugurare lo show, le creazioni di Daniela Barros, vincitrice del concorso Who's Next Salon Paris come Best Female Collection nel 2013 e un passato nella fila di alcuni brand giapponesi. Non è un caso quindi se le influenze orientali vengono tradotte in pedana con blocchi di colore, predominanza del nero e dettagli maschili che richiamano all'androginia o ancora, le giacche e le gonne dalle influenze sartoriali, che danno un tocco sperimentale all'intera collezione.

Quasi agli antipodi Pé de Chumbo, marchio capitanato da Alexandra Oliveira, che fa della texture il suo punto di forza. In passerella irrompono contrasti di colore, dal rosa soave al beige, fino al grigio e al nero, pennellati su frange e tessuti patchwork. La maglieria, declinata in tutte le sue forme, è invece il punto di partenza e si direbbe di arrivo di Susana Bettencourt, stilista originaria delle isole Azzorre portoghesi ed ex allieva della blasonata Central Saint Martins di Londra.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.