Cerca

Omaggio alla sapienza artigianale italiana da Fendi

MODA
Omaggio alla sapienza artigianale italiana da Fendi

In passerella da Fendi sfila l'abilità e la sapienza artigianale tutta italiana. Quello che Karl Lagerfel, direttore creativo della maison e Silvia Venturini Fendi immaginano è una donna che sembra passeggiare per le vie di Roma, mentre indossa capi dai motivi geometrici, declinati su molteplici tessuti: dalla maglieria intagliata alle pellicce intarsiate, passando per la seta con stampa di foglie d'acanto. I colori sono quelli tipici dell'autunno, dal rosso carminio della ceralacca al cammello, dal blu cobalto al blu petrolio, dal bianco optical al rosa corallo più delicato.


La vita stretta è definita da 'X' applicate, gli orli sono valorizzati da impunture marcate e inserti in tulle incorniciano colletti e polsini. I capi in feltro di cachemire, vernice, scacchi principe di Galles e lana in fantasia spigata, sono caratterizzati dalla doppia spalla, che cade da un livello strutturato creando nuovi volumi. L'effetto si diffonde ovunque, intrecciandosi e sovrapponendosi ai tessuti sartoriali, al logo Fendi dalla 'doppia F', agli strati delle camicie di cotone e alle morbide gonne dalla linea ad A.

Il gioco continua con trasparenze su abiti con ruches in tulle impreziosite da cristalli, su vestiti a maniche lunghe decorati da margherite ricamate e motivi floreali in organza. Completano la collezione stivali cuissard rossi con nervature elasticizzate. La sfilata segna il debutto della nuova box bag 'Run Away' con doppio manico, in due tonalità di nappa e intarsio in pitone, mentre le Baguette, le Peekaboo e le Kan I sono impreziosite da intarsi in pitone, dal logo dalla 'doppia F' stampato, dai patchwork in velluto, da inserti in visone e frange in pelle.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.